Rissa sfiorata in Consiglio comunale.

Rissa sfiorata

Animi tesi nella sala consiliare di Venaria. L’ennesima “farsa” ha scaldato parecchio il clima nel parlamentino locale. A compromettere la seduta, infatti, la mancanza del numero legale dopo che l’opposizione ha lasciato l’aula.

Le accuse

«In questo Comune non si rispettano le norme elementari del regolamento – commenta il consigliere di Forza Italia Gigi Tinozzi -. All’appello infatti erano presenti 12 consiglieri comunali, ma il regolamento prevede la metà più uno degli eletti in Consiglio per procedere ai lavori. Per noi quindi la seduta non è valida».

La discussione

Un’accusa che ha fatto infuriare i consiglieri pentastellati. Immediata dunque la reazione contro la minoranza, scatenando in aula un’accesa diatriba tra il consigliere del M5S Urso e Tinozzi di FI, ammansita dagli agenti della Polizia municipale. Siparietto avvenuto, purtroppo, davanti ai cittadini che hanno commentato: «Ci sentiamo abbandonati».