Sindaco e assessore indagati dopo il crollo di una tegola da Palazzo Carpeneto, le parole del Partito Democratico di Cigliano.

Sindaco e assessore indagati

Il sindaco Anna Rigazio e l’assessore Gianni Castelli sono stati raggiunta da un avviso di garanzia. Il tutto legato alla caduta di una tegola da Palazzo Carpeneto nella giornata di venerdì 10 novembre. Martedì, infatti, l’immobile è stato posto sotto sequestro dai carabinieri.

La solidarietà del Pd

Poche ore dopo che la notizia dell’avviso di garanzia è stata divulgata, è giunta anche una dichiarazione dal Partito Democratico di Cigliano. La segreteria scrive: “Il Circolo del Partito Democratico di Cigliano esprime la sua vicinanza all’amministrazione comunale di Cigliano, in particolare alla Sindaca Rigazio e all’assessore Castelli, per i recenti fatti riguardanti il procedimento penale che ha portato al sequestro preventivo di palazzo Carpeneto, riponendo la massima fiducia nel sistema giudiziario”.

Fratelli d’Italia

Il circolo ciglianese di Fratelli d’Italia continua, invece, a chiedere le dimissioni di Rigazio. Una richiesta che propongono ormai da tempo. Infatti, FdI non condivide la politica di questa amministrazione.