Via Germagnano situazione fuori controllo.

Via Germagnano, le proteste

Non si ferma lo stato di agitazione dei cittadini e delle istituzioni locali in merito alla situazione di via Germagnano. In seguito alla sassaiola di due settimane fa in cui è rimasto ferito un dipendente dell’Amiat, si sono verificate alcune manifestazioni pacifiche di protesta davanti al campo nomadi. Tuttavia a nulla è servito, infatti non più tardi di martedì c’è stato un raid al vicino canile dell’Enpa.

La politica

Immediata la reazione della politica locale. Tra le proposte avanzate, quella di riportare il presidio dell’esercito in via Germagnano. Dura anche la presa di posizione di Carlotta Salerno che affida la sua preoccupazione a un post su Facebook.

Silvio Magliano

Dal Palazzo comunale è il consigliere Silvio Magliano a sollevare l’attenzione sul problema.
“Appoggio in pieno le richieste di chi opera nel canile Enpa – commenta il capogruppo dei Moderati -. Si garantisca quindi un presidio fisso o la Città trovi un altro luogo nel quale permettere al canile di trasferirsi. Ormai l’impotenza dell’Amministrazione di fronte alla violenza è totale e conclamata”.
“Dopo i recenti, gravissimi episodi (vedi le recenti sassaiole, per non citare quotidiana violenza e fumi tossici) – prosegue Magliano -, tre sole certezze: la situazione è fuori controllo, il senso di impunità cresce e l’Amministrazione si conferma inadeguata e inerme di fronte al problema”.