ll farmacista, oggi giorno, è in grado di rivolgere ai suoi utenti ogni attenzione personalizzata che dipende da ogni singolo problema e può fare da driver di fiducia per ogni giusta soluzione. Ecco perché è prezioso avere un interlocutore di fiducia con cui tenere un filo di comunicazione costante, a prescindere dalle puntuali condizioni di salute. Per stare sempre bene, o meglio. Il farmacista agisce come un alleato e in modo semplice, diretto, positivo supporta la crescita dell’orientamento al benessere dei clienti.

Cosa fa il farmacista?

“Sfida” la coscienza facendo emergere un bisogno latente e il desiderio di occuparsi del proprio benessere in modo proattivo; indica con efficacia persuasiva i giusti rimedi per il sistema mente-corpo; aiuta a compiere subito il primo passo concreto, perché non ci si areni nel limbo dei buoni propositi; indirizza all’aderenza terapeutica con istruzioni pratiche e calibrate; sostiene nella motivazione, specie se il trattamento è un passo nuovo o complesso, anche con un semplice ma sincero “mi faccia sapere come va”. Riflettendo su questi punti, in molti riconosceranno azioni che compiono quotidianamente in farmacia.