Mindfulness, sempre più diffusa a ogni livello (per adulti e bambini). È considerata una risorsa interiore già disponibile in ognuno di noi ed è basata sulla pratica della consapevolezza. Si tratta di una vera e propria meditazione che, se praticata correttamente, permette di “riapprendere” ad avere cura di se stessi e della propria salute, nonché di riscoprire la quiete della mente e il benessere del corpo. Per essere certi di apprendere nel modo corretto la mindfulness solitamente chi la vuole sperimentare segue appositi corsi.

Contro lo stress

Gli ambiti di intervento della “Mindfulness” riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale sono lo stress. Cioè quello che si prova in ogni situazione in cui si abbia la sensazione di non avere il controllo sulla propria vita, le proprie condizioni di salute alterata – come il dolore cronico, l’ipertensione, la fibromialgia, le neoplasie, le malattie cardiovascolari, l’asma e disturbi gastrointestinali – e anche le problematiche psicologiche, quali l’ansia, il panico, la sindrome da fatica cronica ed i disturbi del sonno.

Leggi anche:  Casa della salute arrivano open day

Ma cosa significa il termine Mindfulness, esattamente?

Attraverso di esso ci si riferisce alla capacità di essere presenti a se stessi in un preciso momento. In buona sostanza, si tratta di arrivare alla «pienezza percettiva», all’attenta e consapevole attenzione priva di giudizio, che consente di sentire e percepire le sensazioni e le emozioni nel momento stesso in cui si presentano. In poche parole, attraverso la Mindfulness si impara a vivere il presente nel modo migliore possibile.

Questione di sintonizzazione

La sintonizzazione con noi stessi è raggiungibile attraverso la consapevolezza del momento presente. E attiva specifici circuiti cerebrali, inducendo un’ampia gamma dì effetti benefici. Tra questi si evidenziano l’equilibrio emotivo e il miglioramento del funzionamento cardiaco. Basta poco per affrontare ogni giorno con equilibrio e chiarezza.