GeneaBiomed Chivasso dalla grande paura alla festa. Nel finale rischia di compromettere la promozione facendosi recuperare più di 20 punti di vantaggio.

GeneaBiomed Chivasso dalla grande paura alla festa

RieccoCi… questa la scritta che campeggiava sulle magliette celebrative di fine gara dei ragazzi della GeneaBiomed. Sono loro, infatti, che hanno sconfitto i San Maurizio JACKS per 63-60. Così si aggiudicano gara 4, chiudono la serie di finale sul 3-1 e conquistano la promozione in serie C Silver. Tutto al termine di quattro gare emozionanti, dure, di rara intensità.

Pallacanestro Chivasso conquista la serie C Silver

Obiettivo centrato

A due anni di distanza dalla retrocessione in serie D patita in gara 5 contro Kolbe ed ad un anno dalla promozione svanita sempre in gara 5 contro il Laura Vicuna, Chivasso centra il salto di categoria grazie ad una stagione da applausi, chiusa al primo posto durante la stagione regolare e coronata con 7 vittorie ed una sola sconfitta nei playoff.

La partita: partenza

In gara 4 la partenza dei biancoverdi è bruciante grazie a Delli Guanti che firma un 5-0 quasi istantaneo, interrotto però da 4 punti di Giadini e da Bardi e Pilla che mettono la freccia e allungano fino al 9-14 dell’ottavo minuto. L’ intensità di Migliori e due rubate però permettono a Chivasso di ricucire e di chiudere la prima frazione sul -1 (16-15).

Il secondo periodo

Nel secondo periodo i padroni tentano subito la zampata con Henriquez e Bardi (21-15), che sfruttano gli errori e le palle perse dei chivassesi. Iannetti ricorre al time out e la GeneaBiomed ritrova la sua solidità difensiva, colpendo in contropiede e toccando il +7 (23-30) dopo la tripla di Morello a due minuti dall’intervallo. Coach Marchi ferma immediatamente il gioco e – grazie a Pilla e Bardi – San Maurizio chiude il primo tempo sul -1 (31-32). Nel terzo periodo le polveri da sparo chivassesi si incendiano: la difesa respinge ogni tentativo d’attacco avversario, Delli Guanti, Vai e Morello colpiscono dalla distanza, mentre Cester è Migliori combattono al centro dell’area contro Pilla e Andreello. San Maurizio si blocca, cade in frustrazione e ne fa le spese Giadini, espulso al 5’ per doppio fallo antisportivo.

Leggi anche:  Caselle Calcio obiettivi chiari e voglia di rilancio

Vittoria a rischio

Chivasso così vola sulle ali dell’entusiasmo e chiude il terzo parziale sul 36-52. Per i chivassesi pare fatta, ma mai sottovalutare l’orgoglio di San Maurizio, che si carica per l’espulsione di Giadini ed incomincia a rosicchiare punti usando la sua difesa a zona 3/2. Henriquez e Bardi guidano la rimonta e quando a -1,31” dalla sirena Bardi infila la tripla con fallo del 60-59, torna a materializzarsi il fantasma di gara 5. Lo stesso Bardi impatta sul 60-60 40” dal termine, Delli Guanti prova a chiudere la contesa da tre punti, ma sbaglia, Bardi ne segue l’esempio e sul rimbalzo difensivo Vai si invola in campo aperto, serve Delli Guanti in angolo e la guardia piazza la tripla del 60-63 a 5” dalla sirena. A nulla vale l’ultimo tentativo dei padroni di casa e per Chivasso parte la festa promozione.