Evade domiciliari. Una donna fermata dopo un inseguimento dalla Guardia di Finanza in corso Racconigi a Torino. Per lei non è la prima volta.

Evade domiciliari

Nei giorni scorsi una pattuglia del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino notava una vettura sospetta nelle vicinanze di Corso Racconigi. A bordo una donna che era evasa dai domiciliari.

Evade dai domiciliari per andare al bar

Fermata dopo l’inseguimento

Dopo un breve inseguimento la vettura veniva fermata dai Baschi Verdi, i quali scoprono che alla guida si trovava una donna di origine italiana, C.S. le sue iniziali, di anni 43 che da subito dava segni di nervosismo cercando, anche in maniera violenta, di sottrarsi all’identificazione.

I controlli

Attraverso l’ausilio della locale sala operativa del Comando Provinciale si accertava che la donna fermata avrebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari, per una serie di reati contro il patrimonio. La persona fermata non era nuova a tentativi di fuga, già precedentemente aveva violato le disposizioni del Giudice in merito alla detenzione e per questo motivo, per lei inevitabilmente si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Torino. La donna dovrà rispondere davanti all’Autorità Giudiziaria dei reati di evasione e violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e sarà processata per “direttissima”