Giallo sulla morte di un idraulico in pensione.

Giallo sulla morte di un idraulico in pensione.

Non sono ancora chiare le cause della morte di Roberto Dellacroce, un idraulico pensionato di 76 anni divorziato e senza figli residente nella frazione Abbadia Alpina di Pinerolo su cui stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di Pinerolo diretti dai pm Chiara Maina e Delia Boschetto della Procura di Torino.

Il ricovero in ospedale

L’uomo è stato ricoverato all’ospedale di Pinerolo la sera del 9 novembre 2018, dopo esservi stato accompagnato da un amico che lo ha incontrato in un bar, notandolo sofferente e non in grado di reggersi in piedi. Dalle prime visite l’uomo presentava fratture multiple alle costole e la milza spappolata, risultando in condizioni tali da essere immediatamente ricoverato in rianimazione, dove è rimasto sino al giorno del decesso, avvenuto il 27 dicembre 2018. Durante la sua permanenza nella struttura sanitaria l’uomo non ha mai detto come si fosse provocato quelle lesioni, né lo ha riferito all’amico con cui è giunto in ospedale.

Leggi anche:  Funerali di Stato per i tre vigili del fuoco morti ad Alessandria

Le indagini sulle sue ultime ore

Le indagini hanno quindi cercato di ricostruire tutte le possibili ipotesi, dalla caduta accidentale al pestaggio. L’autopsia eseguita il 31 dicembre 2018, dalle prime anticipazioni non ha ancora chiarito le possibili cause delle lesioni, anche se il medico legale che l’ha eseguita si è riservato tutto il tempo a sua disposizione per delineare la propria relazione e fornire ai magistrati tutti gli elementi emersi dall’esame. Nel frattempo, secondo gli investigatori l’ipotesi di una caduta accidentale appare sempre più fumosa e l’attenzione si concentra sulla ricostruzione di cosa l’uomo abbia fatto quel pomeriggio del 9 novembre e su quelle che siano state le sue frequentazioni durante quelle ore.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!