La Giunta Bongiovanni  a San Mauro Torinese elimina lo scuolabus dal prossimo anno scolastico. La delibera approvata, 26 novembre, in Consiglio comunale.

Sparisce il servizio scuolabus

Un documento pronto ancor prima dell’ufficialità della decisione, e la scelta è una di quelle prese di posizione che non piacerà alla cittadinanza, proprio come non è stata apprezzata dall’opposizione. Che la possibilità fosse nell’aria da tempo non era certo mistero: già nella precedente seduta in Aula, a seguito di alcune interrogazioni, il sindaco Marco Bongiovanni aveva annunciato di essere al vaglio del futuro del servizio. Un servizio che, ad oggi, veniva utilizzato da 58 bambini; «Numeri insufficienti», secondo l’Amministrazione, impensabile continuare a mantenerlo. Insomma, l’esternalizzazione ha, sì, migliorato il trasporto scolastico diminuendo i costi, ma il numero di studenti che ne usufuiscono non sono abbastanza per mantenerlo in vita.

Rimarrà attivo il servizio per le attività didattiche

Eliminato il trasporto casa-scuola e viceversa, mantenuto invece il servizio per le attività didattiche, per i centri estivi, per le scuole paritarie. «Incomprensibile e inaccettabile – sbotta la capogruppo Pd, Maria Vallino -. Questo servizio rappresentava il fiore all’occhiello delle nostre scuole, invece questa Amministrazione dimostra di non avere a cuore i bisogni delle famiglie e della scuola stessa». Una decisione che non trova il supporto neanche tra gli altri colleghi di opposizione che commentano come assurda questa decisione: «E’ una mera decisione politica, questa, non motivata da reali fattori contabili».
Al posto della scuolabus, il sindaco e la sua Giunta sono al lavoro per individuare nuove forme di trasporto scolastico per gli alunni residenti a San Mauro, con abitazione superiore al chilometro e mezzo dalla scuola frequentata o per quelle aree non adeguatamente coperte dal servizio pubblico.