A Superga siglato il patto dei sindaci. Tra i primi cittadini dell’Area metropolitana anche quelli di Gassino e Chivasso.

Il patto dei sindaci

C’erano anche i primi cittadini di Chivasso (Claudio Castello) e Gassino (Paolo Cugini) alla manifestazione organizzata dai sindaci dell’area metropolitana che si è svolta a Superga nella mattinata di lunedì 30 dicembre. Sotto la storica basilica torinese è stato siglato un patto tra Amministrazioni, per una strategia di governo condivisa, finalizzata a porre le basi ad un «nuovo risorgimento metropolitano per il decennio 2020-2030». Come si legge dal documento sottoscritto, un “patto di collaborazione tra Comuni per fare sistema e promuovere azioni strategiche condivise per lo sviluppo sostenibile e per il progresso dell’area metropolitana».

Libertà in Piemonte

Oltre che da Gassino e Chivasso l’iniziativa è stata, per ora, sostenuta da diverse Amministrazioni, tra le quali Collegno ( uno dei promotori dell’evento), e anche Settimo. La scelta di Superga non è stata casuale, in quanto simbolo della Libertà in Piemonte. «Ci sono tante tematiche legate alla mobilità al ciclo dei rifiuti – puntualizza Cugini – che devono essere considerate e portate avanti in maniera congiunta». Sottolinea la sindaca settimese Elena Piastra: «I temi sui quali ci siamo confrontati sono quelli di base del nostro governo, sui quali lavoriamo spesso in solitudine. Non c’è nessuna volontà di trovarsi “contro” qualcuno, al contrario è un modo per fare rete».

Leggi anche:  Casaleggio denuncia "L'incontro" di Segre, Salizzoni: "Un'azione da condannare con forza"

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!