La perturbazione che sta attraversando il territorio porta con sé violente precipitazioni di carattere temporalesco.

Allarme temporali

Dopo il violento nubifragio che si è registrato su buona parte della provincia di Torino nella serata di ieri, venerdì 26 luglio, l’allarme per i temporali e per le violente precipitazioni non si è affatto placato. Su alcune zone della provincia di Torino, infatti, i temporali stanno imperversando da circa un’ora e stanno iniziando a creare le prime preoccupazioni tra i residenti della Città metropolitana che temono il ripetersi degli eventi della scorsa notte caratterizzati dall’abbattimento di alberi dovuti alle forti raffiche di vento su tutto il territorio.

Allerta gialla

L’allerta diramato dall’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale, è al momento giallo. Lo conferma l’ultimo bollettino diramato dall’Agenzia nel corso delle ultime ore.

L’ingresso di aria relativamente più fredda in quota favorirà lo sviluppo di temporali che, a causa dell’elevata umidità dell’aria, potranno essere di forte intensità.

L’instabilità dell’atmosfera tende ad aumentare dal pomeriggio di oggi, con formazione di temporali a partire dalle zone alpine nordoccidentali e settentrionali in successiva estensione alle pianure. Dopo una temporanea tregua nelle prime ore della mattina di domani, nel pomeriggio e nella serata sono attesi i fenomeni più intensi e persistenti, con grandine, forti raffiche di vento,  fulminazioni e isolate piccole frane.

Così scrive l’Arpa nell’ultimo avviso alla popolazione pubblicato sul sito istituzionale.

Il nostro territorio è quello che Arpa individua nella cosiddetta “Zona L”.

Il bollettino meteorologico

Si legge, quindi, sul bollettino meteorologico pubblicato dall’Arpa Piemonte nelle ultime ore:

Nuvolosità: cielo prevalentemente nuvoloso con locali schiarite in mattinata. Precipitazioni: rovesci e temporali sparsi, generalmente moderati, più diffusi ed intensi dal primo pomeriggio, con valori puntuali localmente molto forti in serata. Zero termico: in ulteriore marcata diminuzione fino ai 3600-3700 m in serata. Venti: moderati dai quadranti meridionali in montagna e fino a quote collinari; deboli o localmente moderati prevalentemente orientali in pianura. Altri fenomeni: grandinate e raffiche di vento in corrispondenza dei temporali più intensi.

Prime precipitazioni nel chivassese

Nell’area di Settimo, alle 14 – momento della pubblicazione della notizia -, non si è ancora verificata alcuna precipitazione di carattere temporalesco. Discorso a parte, invece, va fatto per alcune altre aree della Città Metropolitana e del chivassese, in particolare. A Brandizzo, per esempio, sono già caduti alcuni millimetri di pioggia. Spinti dal vento che sta spostando la perturbazione ad una velocità di più circa 20 metri al secondo.

Leggi anche:  Regole blocco auto: arrivano nuove deroghe

Possibili grandinate e forti raffiche di vento

Le precipitazioni previste per il territorio del chivassese sono di “moderata media intensità”, per un “range” compreso tra i 16 e i 45 mm in 24 ore, con temporali forti e possibili allagamenti, probabile caduta alberi, così come è avvenuto nel resto della provincia la scorsa notte, fulminazione e isolati fenomeni di versante. Sono inoltre possibili grandinate e raffiche di vento di intensità superiore anche ai 20 metri al secondo.