Bimbo nasce nel pianerottolo di casa. E’ accaduto a Vercelli nella notte tra martedì  23 e mercoledì 24 aprile. Sul posto è intervenuto il 118, la mamma è in  travaglio e  Adil Ramzi e Gabriele Gobbato, due soccorritori,  l’assistono sino al parto.

Bimbo nasce

Bimbo nasce nel pianerottolo di casa. E’ accaduto a Vercelli nella notte tra martedì 23 e  mercoledì 24 aprile. La donna era in casa con due parenti quando ha iniziato ad avere le contrazioni.

L’intervento

E’ stato subito chiamato il 118 e i due soccorritori,  Adil Ramzi e Gabriele Gobbato si sono resi conto che la donna non sarebbe riuscita ad arrivare all’ospedale per partorire e così l’hanno assistita sino alla nascita del piccolo Zakaria.

Il travaglio

Infatti, la donna aveva già rotto le acque e il bambino era prossimo a nascere. Ma i soccorritori si erano resi conto che una manina e il cordone ombelicale ostruivano l’uscita del piccolo. Non erano nemmeno arrivati al piano terra e si sono accorti che dovevamo fare nascere loro il piccolo.

Leggi anche:  Sindacati LivaNova: «Diamo i regali di Natale ai reparti di pediatria»

Il trasporto in ospedale

Dopo il parto mamma e bambino sono stati trasportati all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Sono in buone condizioni di salute. Un’esperienza unica che sia i soccorritori che la mamma ricorderanno per sempre.

I casi precedenti 

Era il 30 gennaio 2019 quando una bambina, Arianna, è nata in autostrada tra il casello di Ovada e Alessandria, in una piazzola di emergenza.

LEGGI ANCHE: Arianna nasce in autostrada