Canavesana: sindaci e istituzioni protestano alla stazione di Settimo. E’ successo ieri mattina, lunedì 9 dicembre, da un’idea del sindaco di Chieri, Alessandro Sicchiero.

Canavesana

Si sono dati appuntamento alle 8 di ieri mattina, alla stazione di Settimo, punto intermedio della linea Canavesana. Sindaci e assessori dei comuni coinvolti dalla trattaChieri-Rivarolo per un flash mob di protesta.  “La Chieri-Rivarolo è inserita da tempo fra le linee ferroviarie peggiori d’Italia”, questo il pensiero comune degli amministratori che tutti i giorni raccolgono le lamentale dei tanti pendolari che usano la linea. Accanto a loro, il vicesindaco di Città Metropolitana, Marco Marocco; il consigliere regionale, Alberto Avetta, membro della commissione Trasporti; il deputato Davide Gariglio, della commissione Trasporti.

Città Metropolitana

E’ il vicesindaco di Città Metropolitana, Marocco, il primo a intervenire sulla questione, motivando la sua presenza al fianco degli amministratori locali.

Regione Piemonte

Anche il consigliere regionale Avetta ha espresso la propria solidarietà ai sindaci, annunciando l’intenzione di convocare in Regione Trenitalia.

Trenitalia, infatti, proprio il 9 dicembre, avrebbe dovuto subentrare a Gtt nella gestione della linea SFM1 Pont-Rivarolo-Chieri. Così non è stato e, il tutto, slitterà di un altro anno ma nel frattempo non si conoscono se e quali investimenti saranno fatti.

“Ho chiesto alla Commissione Trasporti del Consiglio regionale di audire quanto prima i vertici Trenitalia e dell’Agenzia della mobilità – commenta Avetta -. Proprio Trenitalia avrebbe dovuto subentrare a GTT nella gestione della linea SFM1 Pont-Rivarolo-Chieri.Tutto rimandato di un anno. Questo slittamento non può essere ‘pagato’ dai pendolari con continui ritardi e disservizi. C’è il rischio che per un anno sulla Canavesana non vengano fatti investimenti e non si affrontino i problemi di questa linea”.

Dalla Camera, la commissione Trasporti

Infine, a intervenire è il deputato Gariglio, presente davanti alla stazione di Settimo per ribadire la necessità di una maggiore attenzione al problema dei trasporti pubblici.

Leggi anche:  Crisi LivaNova: il sindaco Ferrero scrive alla Regione Piemonte

“Questo territorio, già penalizzato, non può più attendere: la “Canavesana” – commenta la sindaca di Settimo, Elena Piastra – è una tratta cruciale non soltanto per Settimo, ma per tutto il quadrante nord-est, dal momento che è l’unica linea per raggiungere buona parte dei comuni del Canavese. Per questo ci aspettiamo che gli investimenti promessi arrivino in tempi rapidi.”

Per questo i sindaci e gli assessori dei Comuni interessati da questa tratta ferroviaria, su invito del primo cittadino di Chieri Alessandro Sicchiero,  hanno messo in atto un’iniziativa simbolica: un viaggio in treno, ciascuno salendo alla propria stazione, per poi ritrovarsi per un flash mob alla stazione intermedia di Settimo Torinese.

All’iniziativa hanno aderito: Cuorgnè, Volpiano, San Benigno, Rivarolo, Moncalieri, Chieri, Riva di Chieri, Favria, Trofarello, Locana e Settimo Torinese.

TUTTI I PARTICOLARI SU LA NUOVA PERIFERIA DI SETTIMO, SAN MAURO, GASSINO E VENARIA IN EDICOLA DA MARTEDI’ 10 DICEMBRE 2019.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!