Carla Re: l’ultimo saluto alla presidente del coro Puccini.

Carla Re

Il sorriso di Carla Re, quello che tanti amavano, si è spento domenica scorsa a 85 anni. Ma quel sorriso contagioso rimarrà impresso nella mente di tanti venariesi e non solo. La musica e i fiori erano la sua passione, amava la vita ed era benvoluta da tutti.

Il coro Puccini

Presidente del Coro Puccini dal 1995, anno della fondazione, ha contribuito a realizzare un’intensa attività concertistica, non solo sul territorio venariese dove Carla era molto amata, ma anche nel capoluogo e in varie Regioni italiane.
Persona cordiale, generosa, ha dedicato la sua vita alla famiglia e ha dedicato il suo tempo libero all’associazionismo, grazie alla sua passione per il canto e alla musica lirica.

Il ricordo dell’Amministrazione

Carla era piena di vita e trasmetteva la sua solarità a chi le stava vicino e ora la malattia l’ha tolta per sempre a quanti hanno avuto la fortuna di conoscerla, lasciando un ricordo indelebile, lasciando un vuoto, quel suo brio e quel suo sorriso che nessuno dimenticherà.

«Ciao cara, quanto mi manchi e quanto mi mancherai – la ricorda l’assessore alla Cultura Antonella D’Afflitto che solo alcuni giorni prima era andata a fargli visita -. L’altra sera mi hai detto sorridi sempre così, adesso mi viene tanto da piangere ma ti prometto che cercherò di sorridere sempre. La tua amicizia, il tuo affetto, la tua stima, uno dei regali più belli di Venaria. Grazie di cuore, anche per avermi chiamata per questi tre anni “la mia bambina”. Grazie per tutto quello che mi hai insegnato. Grazie per il tuo esempio. Ti amerò sempre Carla. Sarai sempre nel mio cuore E sarai sempre qui con la tua musica, le tue orchidee, il tuo sorriso, la tua insalata russa. E sorridici sempre da lassù».

I tanti ricordi sui social

Ma sono tantissimi i messaggi do cordoglio che hanno inondato il profilo Facebook, dove Carla era molto attiva, inviando il buongiorno con i fiori del suo giardino, oppure raccontando l’amore per la nipote Giulia e per la figlia Chiara, ma sopratutto negli ultimo mesi, dopo essere stata ricoverata in ospedale, aggiornava gli amici di come le cure la debilitavano, ma lei nonostante tutto e con la Fede di Dio si faceva e faceva forza a tutti di andare avanti e sorridere alla vita.

Leggi anche:  Dimesso dall'ospedale il papà di Capitan Harlock

L’ultimo saluto

Questa sera, martedì 28 agosto, alle 18.30 presso la parrocchia di Santa Maria sarà celebrato il rosario, mentre domani mattina, alle 10.30, la città si stringerà attorno ai suoi familiari per l’ultimo, commosso, saluto a Carla Re.