Casa pericolosa in via Garibaldi, “La Curia la abbatte”. Queste le parole del sindaco Anna Rigazio per chiudere un’altra polemica ciglianese.

Casa pericolosa in via Garibaldi

Certamente il Comune di Cigliano non fa bella figura con coloro che vengono da fuori, ma anche con i suoi stessi cittadini, con le tante aree transennate. Ma si tratta di scelte per evitare danni a persone e cose. La denuncia era partita la scorsa settimana dal gruppo di Diego Marchetti, candidato a sindaco. Il primo cittadino Anna Rigazio però non teme il confronto e spiega la situazione che si è creata nelle tre aree del paese vercellese:

«Quella è una situazione diversa perché ci troviamo di fronte ad un immobile che per una parte è proprietà della Chiesa e dall’altra di alcune persone che risiedono all’estero. E’ una situazione che l’Amministrazione comunale sta seguendo con molta attenzione, cercando di mediare e di trovare una soluzione per procedere con l’abbattimento e la realizzazione del passaggio da via Garibaldi a corso Re Umberto. Al momento sembra che la Curia sia disponibile a procedere con questa demolizione. Sappiamo che questa struttura che sta crollando sta creando problemi anche all’abitazione vicina, è per questo motivo che stiamo continuando questa mediazione senza sosta».

Dunque il Comune non è fermo di fronte a queste transenne e sta studiando tutte le carte per rimettere a nuovo, e soprattutto rendere sicuro, il territorio.

Leggi anche:  Frasi d’amore per San Valentino (e baci da film VIDEO)

Campanile e ala comunale

«Chiaramente si tratta di manovre per la messa in sicurezza del territorio – spiega il sindaco Rigazio -. Dunque necessaria per evitare incidenti o episodi spiacevoli. Abbiamo agito in questo modo perché al momento non erano a disposizione i fondi per la messa in sicurezza dell’area. Questo lavoro, infatti, è inserito nel programma elettorale della lista che si presenterà alle urne. Sarà dunque un progetto definito e completo.

La panchina in piazza Felice Vigliano

«Quella transennata è una panchina “nata male” – continua Rigazio -. Infatti, più di una volta quella costruzione è stata abbattuta dalle auto che facendo manovra entravano in collisione. Molto probabilmente quella costruzione è poco visibile alle persone alla guida dunque abbiamo deciso di dare incarico all’ufficio tecnico di rimuoverla. Al suo posto intendiamo posizionare un’aiuola, certamente più sicura».

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!