Coca Cola acquista l’azienda piemontese di acque minerali Lurisia. Un investimento da 88 milioni di euro, ma la reazione è l’interruzione della collaborazione da parte di Slow Food con il marchio di acque e bibite cuneesi.

Coca Cola acquista Lurisia

Coca Cola acquista Lurisia. L’azienda piemontese e precisamente della provincia di Cuneo è stata acquisita dal marchio Coca Cola per 88 milioni di euro. L’accordo è stato firmato dalla Coca Cola Hbc Italia, società in possesso della licenza per alcuni mercati della Coca Cola di Atlanta e principale produttore e distributore di prodotti a marchio The Coca‑Cola Company in Italia.

L’accordo

L’operazione sarà completata a fine 2019. I due rappresentanti degli azionisti  venditori di Lurisia, Piero Bagnasco, attuale presidente e amministratore delegato di acque Lurisia, e Alessandro Invernizzi rimarranno all’interno del in consiglio d’amministrazione per garantire continuità.

La reazione…

L’operazione milionaria di Coca Cola ha sortito un immediato effetto: Slow Food ha infatti deciso di interrompere la collaborazione con Lurisia. L’azienda era infatti l’acqua di Eataly, ma in conseguenza all’acquisizione da parte di Coca Cola, Slow Food ha fatto marcia indietro e l’acqua cuneese non sarà più presente nelle manifestazioni di Slow Food.

Leggi anche:  Ritirati dal mercato fagioli con l’occhio prodotti a Firenze
Carlo Petrini
Carlo Petrini

L’ultimo evento

Domani, venerdì 20 settembre, prenderà il via a Bra il prestigioso evento Cheese che durerà 4 giorni. La kermesse rappresenta l’ultimo evento che Slow Food organizzerà in collaborazione con Lurisia. Poi, il rapporto tra i due sarà chiuso questo perchè  Slow Food, fondata da Carlo Petrini, si batte da sempre contro le multinazionali e a tutela dei piccoli produttori e delle eccellenze tipiche locali.  Quindi l’operazione avvenuta tra Coca Cola e Lurisia ha portato Slow Food a non voler portare avanti una partnership con uno dei primi gruppi mondiali nel campo alimentare.