Dega Urban Lab, dopo gli atti vandalici la rinascita, presto l’inaugurazione.

Arriva l’Opening Party del Dega Urban Lab di Settimo Torinese

L’inaugurazione dello spazio è stata rimandata più volte a seguito degli spiacevoli imprevisti, ma ormai ci siamo, è stata definita la data della festa che ufficializzerà l’apertura dello spazio. Sarà l’8 marzo, una serata dedicata ai festeggiamenti diretta a tutti i giovani del territorio. “Il Dega Urban Lab si accende con un attesissimo e rimandatissimo opening party ad alta tensione, per scaldare l’atmosfera (nel caso non bastasse la caldaia)”. Questo il manifesto della primissima uscita del progetto, la prima prova sul campo che i ragazzi del Tavolo Giovani dovranno affrontare.

Il programma della festa

La serata dell’8 marzo sarà una vera e propria festa, utile anche a scacciare la cattiva sorte che assilla il locale nel cuore del Parco De Gasperi. Il party comincerà con l’esibizione live del collettivo di artisti “Suppellettili”, un gruppo di ragazzi di Settimo e non, nato poco più di un anno fa. Musica, poesia, teatro, questi gli ingredienti dello show che accoglierà a braccia aperte tutti i curiosi che si avvicineranno per la prima volta al nuovo spazio. A seguito dell’esibizione live vi saranno tantissime altre attività organizzate per trascorrere una serata spensierati. Vi sarà un laboratorio di Live Painting, un angolo dedicato al Photobooth ed una zona dedicata alla stampa.

Leggi anche:  Acqua e sabbia dai rubinetti, l'allarme

“Portate tutte le vostre idee e proposte”

Lo spazio è diretto alla comunità di giovani del territorio, un centro di aggregazione dedicato ad attività di ogni genere che vorranno riaccendere l’atmosfera settimese. “Portate tutte le vostre idee e proposte per quel che potrà diventare questo spazio”, l’appello è molto diretto, questo luogo verrà costruito da tutta la comunità e da tutti coloro che vorranno esserne parte. Insomma, non ci sono scuse per i giovani settimesi: sta aprendo un nuovo spazio, con tante idee, dedicate tutte a loro. Una dimensione che a Settimo potrebbe fare la differenza. Si comincerebbe aprendo gli spazi come aule studio anche la sera, con i primi laboratori dedicati alla creatività e le altre iniziative seguiranno. Durante la serata verranno chiesti pareri, opinioni, impressioni; sarà un confronto aperto tra coetanei, per raggiungere questo ambizioso obiettivo tutti insieme.