Ex Ferrotel invaso da barboni. E’ questa la situazione che da mesi vivono i residenti della zona vicina a via Ceresa. Un disagio enorme che denunciano.

Ex Ferrotel invaso da barboni

L’ex Ferrotel e la zona che lo circonda è diventata inavvicinabile, un vero incubo per chi vive lì. Una situazione, quella di via Ceresa, angolo via Caluso, che si può provare recandosi sul posto.

La denuncia

«E’ uno schifo, una vergogna: non si riesce nemmeno più a camminare, lì vicino, per la puzza». E’ unanime, tra i residenti, il coro di protesta per la situazione di degrado nell’area dell’ex Ferrotel di via Ceresa, all’angolo con via Caluso, ormai diventato un ricovero per senza fissa dimora di ogni nazionalità. «Fanno i loro bisogni all’aperto – proseguono – così come buttano tra i rovi vestiti usati e resti di cibo, che attirano i topi. Serve un intervento deciso, non è possibile permettere a queste persone di vivere nel degrado più totale.

Leggi anche:  Bomba d'acqua: allagato il nuovo Pronto Soccorso IL COMMENTO DI NURSIND

Richiesta d’aiuto

I residenti chiedono alle autorità competenti di intervenire. Non solo ripulendo l’area ma trovando una soluzione per questi barboni. Gli abitanti, infatti, chiedono che questi siano allontanati così da far tornare il sereno nel loro quartiere.