La Festa dell’Uva punta sulla bellezza e nomina le Miss di Rioni e Frazioni.

Festa dell’Uva

La storia di un luogo si racconta in tanti modi, anche attraverso le caratteristiche delle singole aggregazioni abitative, ed è curioso scoprire il perché di un nome o semplicemente cosa si celi dietro un simbolo.

Rione Riva

Il colore granata del costume rionale e la piccola cappella di Sant’Antonino accolgono i visitatori e sono l’orgoglio dei residenti.

Canton Rùsare

 

Canton Rùsare, il rione geograficamente più esteso di Caluso, deve il nome alla roggia che taglia trasversalmente il suo territorio, chiamata in dialetto rùsa.

Rione Frêta

Ha come simbolo un leone rampante e storicamente custodisce le Purtasse, antiche porte romane calusiesi.

Rione Rua

Rappresentato dal simbolo della ruota, deve il nome all’equivalente linguistico francese di strada (rue), perché nel rione si trova e si trovava una delle principali vie d’accesso al paese.

Rione Pescarolo

Noto un tempo come rione della guerra perché nel Medioevo, grazie alla sua ubicazione al di fuori delle mura cittadine, fu spesso teatro di soprusi e angherie.

Frazione Rodallo

I suoi abitanti vengono chiamati in gergo “franséis”(francesi) grazie ai trascorsi storici a contatto con le truppe francesi dislocate sul territorio.

Frazione Vallo

Il suo nome deriva dalla parola latina «vallum» (muro) in quanto primo avamposto fortificato a difesa del borgo vitivinicolo nel periodo post medievale.

Leggi anche:  Città vietata alle auto domenica 28 ottobre

Frazione Carolina

Con il colore violaceo del vino e verde dei prati, rappresenta la piccola comunità agricola posta a sud del territorio calusiese.

Frazione Arè

I suoi abitanti sono chiamati “stornelli” per un aneddoto che racconta quanto questi simpatici volatili fossero assidui frequentatori della frazione.

Le Miss

Le Miss elette per il 2018 sono: Giorgia Giugno per il Rione Pescarolo, Giulia Mastrorillo di frazione Rodallo, Giorgia Corrias per Rione Rua, Tania Valle di frazione Arè, Anna Moschino Riva, Chiara Audero di frazione Carolina, Michela Bollettino di Rione Rosario, Sophie Carbone di Freta e Federica Suppo di frazione Vallo.

Sono nove bellissime ragazze che per tutto il 2018 rappresenteranno i Rioni e le Frazioni di Caluso.
Si tratta di un ulteriore modo per voler esaltare le borgate di Caluso che come già detto rappresentano un valore aggiunto.
Le Miss hanno anche un ruolo fondamentale nella kermesse dedicata all’uva.
Da non dimenticare infatti che nel programma dei festeggiamenti rientrano molti momenti in cui parteciperanno le Miss.
Alle Frazioni e ai Rioni è dedicato il palio che quest’anno vede un’edizione tutta dedicata ai bambini e una per gli adulti.
Le Miss portano alta la bandiera del territorio calusiese che rappresentano, senza dimenticare che le Frazioni e i Rioni contribuiscono a dare vita alla splendida realtà di Caluso.