Il Comune cancella la Sagra del Ponte, la manifestazione che per la prima volta si era svolta a Verolengo nel 1995 in occasione dell’inaugurazione del Bailey.

Sagra del Ponte, le origini

Era il 1995 quando per la prima volta a Verolengo si svolgeva la Sagra del Ponte, una festa nata in occasione dell’inaugurazione del Ponte Bailey che collega Verolengo con San Sebastiano da Po, e più in generale con la Collina Chivassese, dopo il crollo avvenuto l’anno precedente durante l’alluvione. Una manifestazione che aveva coinvolto l’intero paese, con i Borghi lungo il corso e in piazza a servire prelibatezza. All’epoca a guidare il Comune c’era Ettore Nicoletta, sindaco già deceduto, mentre il presidente della Pro Loco era Achille Verna. Comune e Pro Loco, insieme ai Borghi, avevano organizzato questa Sagra che aveva riscosso un grande successo e che si è svolta ancora per alcuni anni. Poi la scelta di sospenderla.
L’anno scorso, nell’ottobre 2018, il primo cittadino Rosanna Giachello con il presidente Pro Loco Mansio Quadrata Giancarlo Albano hanno riportato in auge questo evento, sempre con la collaborazione dei Borghi che avevano allestito varie postazioni con tante bontà. Dunque un secondo evento, dopo il Palio che si svolgeva e si svolge ancora in occasione della Festa Patronale di Madonnina, che era riuscito ad unire gli abitanti delle stesso «quartiere». In piazza c’erano anche gli Alpini per la tradizionale castagnata.

Il Comune la cancella

Quest’anno però non sarà organizzata la seconda edizione della reinventata Sagra del Ponte. La decisione è stata adottata, proprio in questi giorni, dal neosindaco Luigi Borasio e dalla sua Amministrazione.
«Abbiamo preso questa decisione perché abbiamo poco tempo per organizzare questo evento – spiega Borasio – Abbiamo solo una decina di giorni e certamente non basta per creare una manifestazione di questo genere. Avremmo bisogno di molto tempo che non c’è. In alternativa stiamo cercando di realizzare una Festa di San Martino, cioè nel weekend dell’11 novembre. Anche per predisporre questa manifestazione avremmo bisogno di più tempo ma cercheremo di fare il massimo. Abbiamo già avuto il consenso della sezione Alpini che si sono rivolti a noi per organizzare la tradizionale castagnata autunnale.
Ora dovremmo cercare la collaborazione delle altre associazioni. Noi siamo aperti a tutto, dunque chi ha idee e voglia di fare può rivolgersi in Comune, le porte del mio ufficio sono sempre aperte».

Leggi anche:  Escort in provincia, alta densità tra Torino e provincia: l'indagine e i "posti di blocco"

Si prepara San Martino

Dunque il Comune sta lavorando per organizzare un evento a metà novembre che potrebbe coinvolgere, proprio come accaduto l’anno passato con la Sagra del Ponte, anche i Borghi e le Frazioni.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!