Il semaforo fa stragi: sanzionate oltre 70 auto al giorno. Molte le polemiche per la durata del verde, ridotta secondo i cittadini: sono in corso le verifiche da parte della Polizia municipale.

Il semaforo fa stragi

E’ in funzione da meno di un mese, ma i sanzionati sono già tantissimi. Il nuovo semaforo per l’accertamento delle infrazioni semaforiche all’incrocio tra via Speranza, via Italia e via Settimo, ancora non piace agli automobilisti e il numero delle infrazioni finora registrate è elevato.
Tre le telecamere installate in prossimità dell’intersezione, che controllano cinque corsie e che rilevano le cattive abitudini degli automobilisti: non solo l’attraversamento a lanterna rossa, ma anche che la corsia occupata dalla vettura sia quella corretta.
Il funzionamento
Il semaforo Red Evolution è un’evoluzione del Vista Red, uno strumento più performante e che lascia ancora minor margine di incertezza per la contravvenzione. In dotazione al Comune di San Mauro, è il primo con questa nuova tecnologia sul territorio.
L’impianto di via Speranza va a sommarsi agli altri già attivi da tempo in città. «Quell’intersezione è molto pericolosa – spiega il comandante della Polizia locale, Carlo Delfino -. Erano, infatti, ancora molte le segnalazioni ricevute da automobilisti e pedoni per il numero elevato di infrazioni e di manovre scorrette e pericolose. Era necessario intervenire, prendendo dei provvedimenti».
Tre le telecamere che insistono sull’incrocio: una in via Speranza, affianco all’Asl; una in via Italia in direzione Settimo; un’altra in via Settimo in direzione San Mauro Centro. In via Settimo (direzione centro città), due corsie di marcia: una consente la svolta a destra, in via Speranza, l’altra invece di proseguire dritto; analoga situazione per il senso di marcia contraria: da via Italia verso Settimo. Sono molti gli automobilisti che, invece, non rispettano le direzioni, occupando impropriamente la corsia adibita per effettuare la svolta, salvo poi proseguire il transito dritto, attraversando l’intersezione con luce rossa (l’infrazione si concretizza quando tutte e quattro le ruote del mezzo superano la striscia di arresto). «Un comportamento non consentito e pericoloso, su cui il semaforo interviene, sanzionando questi casi, come ribadito da giurisprudenza ordinaria e Cassazione».

I numeri

Un impianto, quello messo a punto dall’Amministrazione comunale, volto alla sicurezza e alla prevenzione.
I dati sull’incidentalità delle strade sanmauresi, parlano chiaro: sono drasticamente diminuiti i sinistri in cui sono installati i sistemi di controllo, in netto calo quelli che vedono coinvolti feriti e quasi completamente azzerati gli incidenti mortali. Numeri che dimostrano come questo strumento sia importante, nell’ottica della maggiore sicurezza stradale e della prevenzione.
Entrato in funzione a mezzanotte del 18 ottobre scorso, ha registrato fin da subito un ingente numero di trasgressori. Una media che oscilla tra i 60 e i 70 automobilisti al giorno, con picchi di 105 casi in una sola giornata. «Sono dati triplicati rispetto agli altri impianti finora installati sul territorio – conferma il comandante Delfino -, ma stiamo parlando di un incrocio con più corsie rispetto alle altre intersezioni. Sono comunque dati destinati a calare drasticamente: tutti gli altri semafori, ad esempio, ormai registrano tra le 5 e le 10 infrazioni al giorno».
Rilevanti anche le statistiche del portale di via Torino, che controlla revisioni e assicurazioni. Sono oltre 300 le violazioni rilevate durante i controlli, fatti tra settembre e ottobre dalle pattuglie della Polizia locale.
«La presenza costante di pattuglie impegante in posti di controllo per questo specifico servizio – aggiunge il comandante -, determina anche risultati sulla prevenzione e la repressione dell’eccessiva velocità e dei sorpassi nel tratto di via Torino: sono infatti drasticamente diminuite le segnalazioni da parte dei cittadini».

Leggi anche:  Agricoltori protestano in piazza mercoledì 11 dicembre

Le polemiche

E se, da una parte, i numeri delle sanzioni sono elevate; dall’altra, numerose sono le polemiche dei cittadini.
Oltre alle consuete provocazioni rivolte all’Amministrazione, rea di aver installato il semaforo Red Evolution con l’unico intento di fare cassa, c’è chi, tra gli automobilisti, lamenta i tempi del verde ridotti rispetto a un tempo. Un’osservazione che è sfociata anche sui social, dando origine ad alcuni post di lamentele e lunghi commenti sulle proprie esperienze. Una segnalazione su cui sono in corso delle accurate verifiche, fanno sapere dal comando della Polizia municipale. «In ogni caso, la durata della fase semaforica con luce gialla – precisa Delfino – è di 5 secondi. Non c’è una previsione normativa a tal riguardo, ma un’indicazione tecnica sul giallo di 3 secondi dove vige il limite di 50km/h come in quel tratto stradale».

Il futuro

In fase di valutazione tra Polizia municipale e Amministrazione, l’installazione di nuovi impianti. Gli incroci al centro delle riflessioni sono quelli tra via Casale, via Mezzaluna e via Rivodora; e all’Autoporto Pescarito. Misure che permetterebbero di mettere in maggiore sicurezza tutte le intersezioni della città.
Nel corso del 2020, invece, saranno organizzati specifici controlli sulla velocità in alcune strade collinari, con una particolare attenzione in via Rivodora.
Inoltre, prosegue il progetto San Mauro Sicura che consentirà di ampliare il lavoro attualmente svolto dall’unico portale installato, quello di via Torino.
Con le nuove assunzioni previste dall’Amministrazione, in programma vi è l’incremento dei servizi sulla vigilanza ambientale, con l’installazione di nuove fototrappole; i servizi per contrastare la malasosta; il controllo dei mezzi pesanti nell’area industriale; e l’intenzione di estendere l’orario di apertura al pubblico del comando con l’aggiunta di una nuova giornata.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!