Pride Month: sarà il primo evento «gay» in città. Sarà la prima volta, infatti, che un’associazione organizzerà un evento dedicato al mondo dell’omosessualità e non solo a Crescentino.

In città arriva il primo evento gay

Pride Month: sarà il primo evento «gay» in città. Sarà la prima volta, infatti, che un’associazione organizzerà un evento dedicato al mondo dell’omosessualità e non solo a Crescentino. Sarà un connubio tra una tradizionale attività del gruppo e questo momento di sensibilizzazione a una tematica sempre più forte, anche in questa cittadina del Vercellese.
Sì, Crescentino che ancora troppe volte guarda restia chi ama una persona del suo ugual sesso, invece, sarà costretta ad aprirsi. A comprendere quel mondo che ancora, troppo spesso, si guarda con disprezzo. Con vergogna. E a volta anche con paura. Ma paura di cosa ci si domanda, invece, da chi che quel mondo, anche se etero, lo apprezza. Perché sono persone, donne che hanno scelto di amare altre donne. Uomini che si sono innamorati di altri uomini. Persone che hanno il desiderio di crearsi con il proprio partner una vita, una famiglia.

La scelta

E’ questo lo spirito attraverso il quale l’associazione Vendemmiatori Implacabili organizza un evento nella propria sede di Villa Tournon, al primo piano, per il tardo pomeriggio di venerdì 19 aprile.
«Sarà un evento molto particolare quello che siamo andati ad organizzare per venerdì 19 – spiega Manuele Venaruzzo -. Si tratta di un evento ludico durante il quale saranno presentati giochi di ruolo e da tavolo e durante il quale ci si potrà sfidare. Ma sarà anche una serata di sensibilizzazione a questa tematica che nel nostro gruppo è rappresentata da alcuni soci, non ultimo l’ex presidente Antonio Taverna (che aveva fatto outing anche attraverso le pagine del nostro giornale – ndr). Abbiamo dunque creduto che fosse necessario ospitare una delegazione dell’Arci Gay di Vercelli anche in vista del Gay Pride che poi si svolgerà a Vercelli il prossimo 11 maggio. Si tratta di un evento che abbiamo iniziato a pensare ed organizzare questo inverno e oggi diventa realtà. Siamo molto contenti non solo perché questa tematica, appunto, è molto forte nel nostro gruppo ma perché in città molti, anche i giovani, sono omosessuali. Dunque è giusto che la gente impari ad accettarli e non li guardi con indifferenza o disgusto».

Leggi anche:  Salmonella nel salame: lotto ritirato

Serata «Nerd LGBTI+Night»

Insomma, Villa Tournon apre le sue porte ancora una volta alla città per un evento che segna un cambiamento nella storia di Crescentino, che vuol andare in controtendenza rispetto a tutti coloro che si ostinano a definire gli omosessuali diversi. Dunque tutto pronto per la serata «Nerd LGBTI+Night».

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!