Incidenti stradali dati preoccupanti sulla sicurezza.

Incidenti stradali

Sono troppi gli incidenti sulle strade, troppi quelli gravi, spesso causa di decessi. Dopo un decennio in cui il trend è stato decrescente, il tema della sicurezza stradale torna a essere preoccupante con un aumento del sinistri nel biennio 2016-2017.

I dati

Sulle strade della provincia di Torino, ad esempio, sono stati registrati 88 decessi nel 2016, 111 morti invece nel 2017. Sono i dati presentati nel corso della Conferenza Permanente convocata dal Prefetto di Torino Renato Saccone. Numeri che evidenziano la necessità di imprimere maggiori attività di prevenzione dell’incidentalità da parte delle Forze di Polizia, ma anche della scuola. In quest’ottica, importante anche la collaborazione con l’associazione torinese Vittime della Strada.

Il ruolo delle scuole

E’ proprio dalle scuole che deve partire un’attività di sensibilizzazione, poiché spesso la circolazione stradale non viene percepita come un illecito fonte di danni. L’Ufficio Scolastico Regionale, ad esempio, ha ampliato lo sforzo educativo nei confronti degli studenti con un progetto ancora più mirato e condiviso con Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia locale. Si fonda infatti sulla mobilità sostenibile e consapevole.

Leggi anche:  Grave incidente stradale, un'auto è finita nel canale LE FOTO

Le azioni

Nell’ottica di incrementare la mobilità in sicurezza, il Prefetto ha quindi ritenuto necessario rafforzare il coordinamento delle azioni tra tutti i soggetti interessati. Si tratta soprattutto di attività rivolte al monitoraggio e all’analisi dei dati acquisiti, oltre a una necessaria programmazione dei controlli su strada. Inoltre, importante l’aspetto della segnaletica stradale, spesso non chiara, semplice e univoca come invece dovrebbe essere.