Iniziati i sondaggi per la realizzazione della Metro 2. I lavori sul territorio di San Mauro sono cominciati ieri, martedì 19 febbraio, nell’area del Pescarito.

I sondaggi

Sono partiti i lavori per sondaggi geognostici finalizzati all’esecuzione del progetto per la realizzazione della linea 2 della metropolitana a San Mauro. Sette i punti al momento interessati dai lavori sul nostro territorio e che comprendono l’area tra il quartiere Pragranda (dove sorgerà una delle fermate sanmauresi) e l’area industriale del Pescarito (zona invece individuata come area di attestamento). A partire dal 19 febbraio, fino al 15 marzo, saranno dunque istituiti divieti di transito e sosta con rimozione forzata o eventuale restringimento della carreggiata tra Pescarito, via Aosta, via Ciriè, via Domodossola e via Pescarito. Sarà comunque garantito il transito per i residenti e i mezzi di soccorso. A occuparsi dei sondaggi, la ditta Citiemme srl – Compagnia Torinese Monitoraggi, affidataria dei lavori per conto della Città di Torino, nonché stazione appaltante del bando per la progettazione del traliccio della linea della metro che collegherà la periferia nord del capoluogo, e precisamente San Mauro, alla periferia sud, fino a Orbassano.

Metro 2

Dopo molteplici incontri e tavoli tecnici, i progettisti di Systra, lo scorso novembre, hanno confermato il tracciato della linea 2. Un totale di 26 chilometri con 33 fermate che collegheranno i diversi poli universitari di Torino, la periferia nord con quella sud, prevedendo un percorso che congiungerà San Mauro a Rebaudengo, Anselmetti a Orbassano. Un percorso articolato e dall’impressionante bacino di utenza. 

I lavori a San Mauro 

I sondaggi che partiranno sull’intero territorio interessato dal tracciato, rientrano nell’incarico di progettazione affidata alla cordata di aziende che compongono Systra. La partita per l’aggiudicazione del lotto di partenza dei lavori effettivi è ancora lunga e molto dipenderà dal reperimento delle risorse che l’assessorato ai Trasporti del Comune di Torino dovrà mettere in atto presso il Ministero. Intanto però l’avvio dei cantieri per il monitoraggio delle falde rendono concreta la lunga discussione dei mesi scorsi sulla possibilità di vedere arrivare la metropolitana a San Mauro. 

I ribassi di gara

I sondaggi rientrano nel bando per la progettazione preliminare e riguardano entrambi i rami, quello a nord su San Mauro e quello a sud su Orbassano.

«L’aspetto positivo – commenta Licia Nigrogno, assessora ai Trasporti – è che sono eseguiti interamente utilizzando i ribassi di gara. Questo consentirà di consegnare entro giugno un progetto preliminare equilibrato sia nell’area centrale di Torino, sia sulle due estensioni. Un aspetto positivo e importante per il nostro territorio».