Cavagnolo ha vissuto di nuovo il suo attimo di celebrità sulla tv nazionale. Erano infatti da poco passate le 23 di martedì 24 settembre scorso. Rai 1 stava trasmettendo in tutta Italia la quarta puntata della seconda stagione della fiction “La Strada di Casa”, serie in onda nella prima serata di ogni martedì e interpretata da Alessio Boni e Lucrezia Lante della Rovere che narra delle vicende di un’immaginaria famiglia di imprenditori agricoli piemontesi, i Morra.

Rai Uno passa da Cavagnolo

I pochi telespettatori cavagnolesi rimasti coraggiosamente davanti al piccolo schermo fino a quell’ora devono essere sobbalzati sulla poltrona sentendo nominare Cavagnolo in modo del tutto inaspettato. Non ci spingeremo troppo in là per non “spoilerare” i dettagli a chi fosse interessato a visionare la serie in un secondo momento (la puntata è ancora disponibile sul sito ufficiale RaiPlay).

Il rifugio nel paese collinare

Fatto sta che a un certo punto, quando mancano meno di dieci minuti al termine della puntata, i personaggi durante le loro indagini sulla sorte toccata a uno dei membri della famiglia scoprono che questo si è rifugiato a Cavagnolo all’insaputa di tutti. E lo avrebbe scelto tra gli altri paesi della zona poiché proprio qui avrebbe scovato un non meglio precisato agriturismo che non chiede documenti agli ospiti in cerca di una stanza per la notte.
Dopo questa rivelazione, il cast si sposta presso un agriturismo e poi su un ponte sul Po, per proseguire le indagini. Nessuno dei due, tuttavia, si trova realmente sul territorio di Cavagnolo. Essi sono stati scelti liberamente dalla regia, presumibilmente in altre zone del Piemonte. In ogni caso, dopo aver ospitato anni fa alcune riprese presso Villa Martini, Cavagnolo ha collezionato una nuova citazione televisiva.