E’ il lupo che ha sbranato gli ovini in Collina. E’ ufficiale, dopo mesi si è giunti ad una conclusione.

E’ il lupo

Ormai è ufficiale, è il lupo che ha sbranato gli ovini nella Collina chivassese. L’allarme è ormai alto. I sindaci della Collina e Città Metropolitana si sono impegnati per seguire al meglio la questione. La consigliera delegata all’ambiente e alla tutela della flora e della fauna della Città Metropolitana Barbara Azzarà e i sindaci del Chivassese si riuniranno, questa mattina alle 11.30 nel municipio di Lauriano, per discutere  delle analisi effettuate dall’Ispra-Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale per determinare la specie di carnivoro che in questi mesi ha predato ovini e caprini nelle colline del Chivassese e del Basso Monferrato. Ed è proprio da queste analisi che è emerso che si tratta di un lupo. Nella conferenza saranno forniti particolari dettagli.

La conferenza

Durante la conferenza saranno forniti i dettagli del caso. Inoltre i sindaci distribuiranno un vademecum ai residenti dei loro Comuni in modo tale da sapere quali precauzioni intraprendere. Una situazione che Città Metropolitana e Amministrazioni comunali stanno seguendo con particolare attenzione sin da quando si sono verificati i primi casi di animali sbranati. 
 

L’avvistamento 

La scorsa settimana un cercatore di tartufi aveva fotografato a Berzano San Pietro un lupo. Lo aveva seguito sino a quando l’animale si era addentrato nel bosco. Negli stessi giorni, sulla provinciale tra Lanzo e Germagnano era stata ritrovata una testa di lupo mozzata. Un segno evidente di quanto la tensione sia alta. Secondo i carabinieri di Lanzo, che stanno indagando sull’accaduto, il messaggio sarebbe chiaro: «Qui i lupi fanno questa fine».

Situazione sotto monitoraggio

Secondo l’ultimissimo monitoraggio di Network Lupo Piemonte – condotto per il 2017-18 in maniera istituzionale e scientifica – nella zona alpina del Piemonte scorrazzerebbero 33 branchi e due coppie per una stima minima documentata di 195 lupi. Nel Torinese ci sarebbero invece 13 branchi e una coppia (di cui un branco e due coppie da confermare) per un totale di minimo 77 lupi, considerando anche il branco documentato in Val Soana dal Parco Nazionale del Gran Paradiso. Per agricoltori e cacciatori, però, il numero sarebbe più alto.

Leggi anche:  Disabile umiliato e offeso: "puzzi"

Leggi: Lupi attaccano di nuovo l’Oasi degli Animali

Altre capre sbranate nella notte… sono lupi?

Basso Canavese: avvistati i lupi