Pronto a cambiare lo skyline di Settimo, la torre dell’acquedotto sarà presto abbattuta.

La torre dell’acquedotto sarà presto abbattuta

Pronti, partenza, via. Lo skyline di Settimo sta per cambiare e nelle prossime settimane perderà la storica torre piezometrica, quella più comunemente conosciuta come la torre dell’acquedotto. La struttura installata tra via Brofferio e via della Repubblica, infatti, sarà presto abbattuta. A causa, in particolare, delle sue precarie condizioni di stabilità. Da molti mesi, infatti, i residenti della zona lamentano la pericolosità della struttura per cui, già in alcune occasioni, si sono verificati distacchi di calcinacci ed elementi costruttivi. Tanto che era stato necessario installare alcune reti di protezione per evitare che i detriti precipitassero nel cortile di una delle abitazioni circostanti.

Che fine faranno i ripetitori?

La torre dell’acquedotto, oltre per rendere caratteristico lo skyline settimese, è conosciuta anche per la presenza di alcuni ripetitori utili alle linee telefoniche cellulari. Che fine faranno ora che, nelle prossime settimane, inizieranno i lavori di demolizione controllata della struttura? Lo spiega il Comune di Settimo attraverso una nota stampa inoltrata nelle ultime ore.

Grazie a un importante accordo tra il Comune di Settimo Torinese e il Consorzio TOP – IX (consorzio pubblico nato con lo scopo di creare e gestire Internet Exchange per lo scambio del traffico Internet nell’area del Nord Ovest di Torino di cui la Città di Settimo Torinese è socio), verranno collocate in migliore posizione gli attuali impianti di telecomunicazioni presenti sulla torre piezometrica dell’acquedotto in uso alla SMAT, sita in via Brofferio.
La torre di via Brofferio, dove attualmente sono collocati gli impianti di telecomunicazioni, è stata infatti già soggetta a numerosi interventi di manutenzione negli anni scorsi, ma non può essere ora adeguata alle normative antisismiche. Si è pertanto deciso, in accordo con il consorzio TOP-IX e con il successivo coinvolgimento dell’ARPA, di trovare una nuova, migliore e più sicura collocazione degli impianti di telecomunicazioni già presenti sul territorio settimese.

Ripetitori in piazza Freidano

“Dopo diverse analisi e approfondimenti, piazzale Freidano è risultano essere il luogo più adatto e consono a questa nuova collocazione, una zona che presenta adeguate caratteristiche di sicurezza e basso impatto ambientale, come confermato anche dalla presenza di un impianto già presente in area circostante”, conferma l’Amministrazione comunale settimese. La realizzazione dell’impianto è a carico del consorzio TOP-IX e sarà sottoposto ai controlli autorizzativi secondo la normativa vigente in materia di teleradiocomunicazioni, con il coinvolgimento dell’ARPA.

“Abbiamo scelto una zona adeguata – spiega il Sindaco, Fabrizio Puppo -. La torre di via Brofferio non risponde ai requisiti antisismici e non è più in sicurezza. Si deve dunque provvedere allo spostamento degli impianti e procedere alla rimozione del manufatto, che sarà effettuata a carico di Smat. Il piazzale Freidano garantisce tutti i requisiti necessari e potremo così continuare ad avere degli impianti sul nostro territorio, fondamentali per garantire un buon traffico internet e telefonia, con il controllo e la supervisione dell’ARPA, come è sempre stato. Si procederà alla rimozione della torre piezometrica di via Brofferio e alla collocazione degli stessi impianti in piazzale Freidano. Un ringraziamento doveroso a Smat che ha sempre monitorato la sicurezza della torre, al consorzio TOP-IX che realizzerà in modo efficace i nuovi impianti e ad Arpa per le azioni di controllo e verifica”.

I lavori per la demolizione potrebbero partire già all’inizio del prossimo anno 2019.