L’addio a Masseroni: “Pastore buono e cuore grande”. Vescovi da tutto il Piemonte, il clero Vercellese, fedeli e autorità del territorio.

L’addio a Masseroni: “Pastore buono e cuore grande”

Leggi anche: L’addio a Masseroni: il video

Dopo che migliaia di fedeli gli avevano reso omaggio nei giorni scorsi, giovedì 3 ottobre nella sua “Chiesa madre”, il Duomo di Vercelli che aveva riportato al massimo splendore, padre Enrico Masseroni, arcivescovo emerito di Vercelli, morto all’età di 80 anni, ha ricevuto l’omaggio dei suoi confratelli vescovi con, fra gli altri il Cardinale Tarcisio Bertone, che l’aveva preceduto, il Cardinale Poletto, l’attuale arcivescovo di Torino Nosiglia, Mons. Bettazzi e tanti altri, fra cui Mons. Cristiano Bodo, oggi vescovo di Saluzzo, che ha parlato di lui durante l’omelia. Non erano presenti il vescovo di Novara Brambilla come pure assenti Mons. Giuseppe Versaldi, impegnato in Spagna e Gianni Ambrosio, vescovo di Piacenza-Bobbio

Un nuovo amico in cielo

Presente la maggior parte del clero Vercellese ma anche in molti dalle diocesi di Novara (dove era stato rettore del Seminario) e di Mondovì dove aveva iniziato la sua missione episcopale. “Sto percorrendo l’ultimo tratto del mio cammino, mi preparo all’incontro con il mio Signore” queste parole di Masseroni, riferite dall’arcivescovo Arnolfo, sono fra le ultime dell’arcivescovo emerito che fino all’ultimo è stato coerente con quanto aveva predicato, e con lo sguardo di chi non vede la fine di una vita ma l’ingresso in una nuova ed eterna. “La chiesa Eusebiana ora ha un nuovo amico in cielo” è stato detto.

Leggi anche:  Al Torino Outlet Village arrivano gli sport days

Presenti diversi sindaci del territorio a cominciare da Andrea Corsaro, Carlo Riva Vercellotti, Luigi Bobba, autorità civili e militari.

La gallery

Altri dettagli in un prossimo post.