L’ex assessore del Comune di Verolengo Tiziano Matta bacchetta la Giunta comunale: “Assessori Sempre assenti”. Un attacco diretto alla squadra del sindaco Luigi Borasio.

L’ex assessore bacchetta la Giunta

Tiziano Matta, ex assessore all’agricoltura di Verolengo, oggi siede in Consiglio comunale tra i banchi dell’opposizione. Da consigliere critica fortemente i comportamenti che in questi primi sei mesi di mandato il sindaco Luigi Borasio e la sua squadra hanno tenuto.
«Sindaco, assessori e consiglieri sono inadeguati. Tutti, non solo l’assessore Daniela Caminotto. – tuona il consigliere Matta – Partiamo dal fatto che il Comune di Verolengo da sei mesi è ormai inesistente fuori dalle mura del Comune. Vi chiederete il perché? Molto semplice: alle riunioni di Bacino 16 (Consorzio che gestisce la raccolta rifiuti), incontri importanti per decidere sulla questione dell’acquisto o meno delle quote da parte delle municipalità, non si è mai presentato. Tre riunioni si sono svolte in questo ambito e nulla: né il sindaco né un assessore, e nemmeno un consigliere. I verbali sono pubblici perciò la gente può vedere.
Alle riunioni del Parco e Collina Po anche lì nessuno si è presentato. Atc Caccia dove si discute del tema cinghiali e sicurezza, nulla. Eppure i coltivatori di Verolengo stanno registrando numerosi danni da questo fenomeno.

Anche agli incontri

Se poi vogliamo parlare delle uscite istituzionali anche qui non mancano le assenze: alla manifestazione dei 25 anni dalla caduta del ponte e alluvione del Piemonte, evento che si è svolto nella vicina Chivasso, il Comune di Verolengo non ha presenziato eppure è ancora oggi protagonista del post alluvione perché la strada del Ponte Bailey inizia nel nostro territorio. Dell’alluvione noi portiamo avanti i fattori positivi e negativi, eppure non ci siamo. Venerdì scorso fuori dal comprensorio Sorin, insieme agli altri sindaci, noi non c’eravamo per opporci ai licenziamenti annunciati da LivaNova, una situazione pesante. Matilde Casa, portavoce della Area Omogenea 10 Città Metropolitana Torino, aveva chiesto la partecipazione dei sindaci locali, Verolengo non c’era. E poi non c’era nessuno alla visita del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio a Chivasso. Dunque mi chiedo: ma Verolengo dov’è? Sono queste cose che fanno riflettere. Verolengo non c’è mai. I verolenghesi non sono mai rappresentati».
Insomma, Matta non ci sta proprio a veder sparire il nome di Verolengo da un qualsiasi atto che permette di aiutare i cittadini e il territorio.

Leggi anche:  Greta Thunberg venerdì sarà a Torino

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!