L’Italia che resiste: anche la collina aderisce alla manifestazione. L’iniziativa è prevista per il 2 febbraio, alle 15 e vedrà la partecipazione di San Mauro, Gassino, Castiglione e San Raffaele Cimena.

L’Italia che resiste

La Manifestazione del 2 febbraio nasce come reazione spontanea di un gruppo di cittadine/i impegnati nel sociale davanti al quotidiano sfoggio di barbarie e crudeltà. L’aspirazione è quella di far passare il concetto che ci sono delle persone normali, in tanti luoghi d’Italia, intenzionate a contrastare politiche di governo che vanno, in modo antistorico, riportando nel nostro paese razzismo e xenofobia, alimentano la paura dello straniero e negano la tradizione di pace e accoglienza dell’Italia e dell’Europa degli ultimi settant’anni.

Anche la collina aderisce

Molti Comuni della collina torinese hanno comunicato la propria adesione all’appello. In piazza il prossimo 2 febbraio dalle 15. San Raffaele Cimena, Castiglione, Gassino e San Mauro comunicano la propria adesione alla manifestazioni di iniziativa popolare  Cittadine, cittadini e Associazioni dei quattro comuni della collina scenderanno in strada il prossimo 2 febbraio 2019, a partire dalle ore 15.

Leggi anche:  Parcheggi a pagamento, la sosta da luglio costerà 1 euro all'ora

Come aderire

L’appuntamento per tutti i cittadini dell’arco collinare che vorranno aderire è davanti al Comune di Gassino, in piazza Antonio Chiesa.