02

Maestra si sdraia sui banchi, si fa scattare una foto e poi la posta sui social

Una fotografia pubblicata sui social ha scatenato una polemica che coinvolge il mondo della scuola di Verolengo. Uno scatto che ritrae una donna sdraiata sui banchi della primaria di via Thaon di Revel.  Ma non una «semplice» donna, bensì un’insegnante che da anni opera all’interno del plesso scolastico. Una foto postata nel pomeriggio di sabato corso come «penitenza» per un indovinello non azzeccato, una foto che ha ottenuto un bel numero di commenti con la stessa protagonista che spiega di essere sul posto di lavoro. Ma una foto che forse ha fatto più discutere che divertire perché in poche ore in paese già molti commentavano lo scatto.

L’indignazione

In tanti si sono indignati di fronte alla scelta di una maestra di pubblicare uno scatto simile, ma anche solo di esserselo fatto fare perché su quei banchi di scuola ci sono bambini che studiano, che cominciano il loro percorso scolastico con delle regole chiare, dove gli viene spiegato sin dall’inizio che bisogna aver rispetto del compagno ma anche dell’arredo scolastico. Che non bisogna scriverci sopra, che non bisogna romperlo o utilizzarlo in maniera scorretta.

La reazione della dirigente scolastica

Regola, quest’ultima, che questa insegnante non ha rispettato. Anzi, è andata troppo oltre tant’è che la foto pubblicata da lei sui social ha raggiunto anche la direzione di piazza Sandro Pertini. E più precisamente la dirigente scolastica Stefania Leonardi, in carica da inizio settembre. Dopo aver ricevuto le varie segnalazioni, l’abbiamo contattata e ci ha spiegato: «Sono già stata informata del fatto e sto analizzando quale provvedimento disciplinare adottare nei confronti di questa insegnante. Sono già in contatto con l’Ufficio scolastico regionale per un confronto e capire il da farsi».
Insomma, la dirigente scolastica non chiude un occhio, anzi ha dimostrato di esser molto attenta a ciò che accade ogni giorno nei suoi plessi scolastici.
Una lezione certamente importante quella che impartirà la dirigente Leonardi, perché questi episodi non devono mai verificarsi, perché se un’insegnante trasgredisce alle più normali regole del mondo scolastico come ci si può aspettare che un alunno non lo faccia?

Leggi anche:  Previsioni meteo, torna l'allerta arancione

A Saluggia pochi giorni prima invece…

Proprio solo la scorsa settimana, sempre attraverso le colonne del nostro settimanale, abbiamo raccontato un altro episodio successo tra i banchi di scuola, quelli della media di Saluggia. In questo caso tre adolescenti avevano filmato e poi postato su Instagram il video di una professoressa durante la lezione. E anche in questo caso la dirigente Maria Lina La China aveva adottato dei provvedimenti immediatamente nei confronti dei ragazzi.
Forse, come aveva delucidato in quell’occasione la psicologa chivassese Deborah Milanesio, occorrere ricordare che la vita non si vive sui social, che una foto non ti rende più vivo, e che un semplice like non ti rende più apprezzato.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!