Manca l’acqua calda nelle docce del campo sportivo di Chivasso. La scoperta dopo la partita dello scorso fine settimana.

Manca l’acqua calda nelle docce

Non sarà tanto la telefonata di scuse che dovrebbe già essere arrivata dal presidente del La Chivasso Giampiero Pitzalis all’omologo della Virtus Vercelli. Né l’ironia nel commentare l’accaduto post partita da parte di alcuni giocatori vercellesi, che pure al «Pastore» domenica scorsa hanno trovato gentilezza da più parti, compreso un caffè offerto al bar. Nulla cancellerà lo smacco che ha subito la società biancorossa nei giorni scorsi: domenica pomeriggio al termine della gara di campionato che vedeva di fronte La Chivasso e Virtus Vercelli né i biancorossi, né gli ospiti e né l’arbitro hanno potuto fare la doccia calda di rito.

Multata la società

Tant’è che come prassi si attende la notifica della multa da pagare tramite Comunicato Ufficiale della Figc Piemonte-Valle D’Aosta che dovrebbe uscire proprio oggi, mercoledì 18. Non sarà una cifra miliardaria (la giurisprudenza sportiva dice 50 euro di norma) ma quanto accaduto fa certamente discutere. Anche il Comune è a conoscenza del fatto che un contatore sia stato «chiuso» e per questo ha già chiesto spiegazioni alla società per eventualmente intervenire.

I disagi

Tutto questo nell’anno del centenario del club, che a questo punto oltre alla retrocessione dalla Promozione alla Prima Categoria, sta riservando altri dolori. Il «Pastore» infatti è il quartier generale di tutte le squadre del La Chivasso e presto inizieranno i campionati di tutte le categorie, con arbitri federali in arrivo negli spogliatoi che non potranno esimersi dal segnalare altre mancanze e rifilare così altre multe. Solo nel week end in arrivo ad esempio il La Chivasso giocherà in casa domenica 22 nuovamente con la prima squadra di Prima Categoria con la Strambinese (alle 15), con l’Under 15 con il Vallorco (alle 10.30) e con l’Under 14 con il Forno (alle 18). Sabato 21 invece per la categoria Under 16 si gioca alle 15 La Chivasso-Fenusma. Quasi ad accanirsi contro i biancorossi l’unica squadra a giocare fuori sarà solamente l’Under 19 (CG Aosta). Tutto questo senza contare i disagi per i post allenamenti, a ieri non ancora risolti. Il giro di presenze al «Pastore» difatti riguarda anche le categorie della Scuola Calcio, oltre a quelle del settore giovanile scolastico. Se fino agli anni scorsi il cruccio del La Chivasso poteva essere quello di avere poche squadre partecipanti di diritto ai campionati Regionali, adesso il discorso sempre essere quello di garantire una certa attrattività. Con un indice di appeal non certo ai massimi livelli tra fatti di cronaca che negli ultimi anni hanno riguardato lo stesso presidente, che rimane al timone, e i risultati del campo, peggiorati la scorsa stagione. Molti volti noti e rappresentativi della società hanno optato per l’addio al La Chivasso negli ultimi anni, e diventerebbe complicato e penalizzante perdere altri elementi cardine.

Leggi anche:  Vigili del fuoco, quattro giornate di sciopero nazionale

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!