Multe per chi sporca a Livorno. Parte così il “pacchetto decoro”.

Le multe

Dal primo ottobre entra in vigore il «Pacchetto decoro». L’amministrazione comunale guidata da Stefano Corgnati punta sul giro di vite e inasprisce le sanzioni per chi sporca il paese, gettando mozziconi di sigaretta o non raccogliendo le deiezioni canine. Le novità arrivano dal capogruppo di maggioranza in Consiglio, Davide Mosca, cui sono state affidate le deleghe per il decoro urbano, che annuncia sanzioni di 50 euro anche per chi porta a spasso il cane senza l’occorrente per la raccolta delle feci. «Per questo ci saranno controlli più frequenti e severi da parte della polizia municipale, che si avvarrà anche dell’aiuto delle telecamere di sorveglianza», annuncia Mosca.

Per avere strade più pulite

L’obiettivo è quello di rendere le strade, i portici di Via Galileo Ferraris e le piazze dei luoghi puliti, visto il verificarsi sempre più costante di episodi sgradevoli e un aumento della sporcizia anche nelle vie più centrali. «Tutti vogliamo un paese più bello da vivere e questo passo va in quella direzione, spiace constatare che si debba ricorrere a sanzioni per far agire in un modo che dovrebbe essere normale in una società civile. Ma il paese non si sporca da solo, siamo noi a sporcarlo e bisogna spendere i soldi pubblici di tutti per ripulirlo».

Leggi anche:  Personaggio dell'Anno, parte il gioco sondaggio CANDIDA E VOTA IL TUO PREFERITO

L’obiettivo

L’obiettivo del Comune è dunque quello di mettere in atto controlli più stringenti, come sottolinea il primo cittadino: «Riprendiamo con forza un’azione sanzionatoria, diventata doverosa: sono però convinto che o ogni singolo cittadino collabora a mantenere il paese pulito, oppure i risultati saranno limitati. È impossibile pensare di controllare ogni via del paese 24 ore su 24 con un organico di due vigili: ciò vale per qualsiasi azione di controllo diffuso». Per vedere i primi effetti concreti del «Pacchetto decoro» occorrerà attendere qualche mese e nel frattempo il Comune continuerà a collaborare con la scuola e le associazioni puntando sull’educazione civica.