Sono otto le sanzioni emesse da parte degli agenti della Polizia Municipale di Chivasso a carico dei proprietari dei cani che non puliscono la pipì.

Non lavano la pipì del cane, multati

Sono otto le sanzioni emesse da parte degli agenti della Polizia Municipale di Chivasso a carico dei proprietari dei cani che non puliscono la pipì dei loro cani con la bottiglietta di acqua. Si tratta di sanzioni da 150 euro. Sono la conseguenza del nuovo regolamento comunale entrato in vigore lo scorso 31 ottobre. Tra le norme compare anche quella che impone ai proprietari degli amici a quattro zampe di pulire con l’acqua la pipì che fido fa per strada.

LEGGI ANCHE: Il nuovo regolamento

La polemica

La conseguenza delle multe sono state le lamentele dei cittadini che non ci stanno a pagare per un simile motivo. Ma la Polizia Municipale non torna indietro e prosegue sulla direzione intrapresa, ovvero quella di «colpire» che non rispetta le norme attive in città. Già pochi giorni dopo l’entrata in vigore del nuovo regolamento avevamo fatto un giro per le vie di Chivasso.  Avevamo notato che non erano molti i proprietari dei cani che portavano in borsa una bottiglietta d’acqua da utilizzare all’occorrenza. Avevamo anche parlato con loro e il pensiero che era emerso era questo nel complesso: «Ci sembra esagerato dover pulire ogni volta che il cane sporca. O meglio, dipende dalla stazza del cane. E poi tanto quanto in estate, ma adesso… Poi sta al buon senso dei proprietari non permettere al proprio cane di fare la pipì nei pressi di un’attività commerciale o di un’abitazione. Sono davvero esagerati. I problemi della città sono altri, ci sono persone che sporcano peggio dei cani e nessuno fa nulla». Questo sarà anche il pensiero di molti chivassesi, ma la legge non ammette l’ignoranza e non fa eccezioni quindi chi non rispetta le regole è stato e sarà multato, sia che si tratti di un cagnolino piuttosto che di uno di taglia maxi. Tutti devono pulire. Il messaggio della Polizia Municipale è chiaro.

Leggi anche:  La rivolta del web contro la mamma che preferisce il figlio "sporco" che con abiti rosa

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!