Dal 16 maggio al 7 giugno si svolgeranno le 54 assemblee separate dei Soci Nova Coop. Appuntamento anche a Chivasso mercoledì 5 giugno 2019.

Nova Coop, le assemblee

Dal 16 maggio al 7 giugno si svolgeranno le 54 assemblee separate dei Soci Nova Coop, la cooperativa leader in Piemonte nella grande distribuzione grazie a una rete di vendita formata da 16 ipermercati, 45 supermercati, 2 superstore, quattro distributori di carburante Enercoop, un Coopdrive, un concept store Fiorfood. L’assemblea per il Presidio Soci di Chivasso (7.655 soci) è in programma per mercoledì 5 giugno, alle 20.45, presso il teatro dell’Oratorio Beato Angelo Carletti (via Don Dublino, 2). In un contesto nazionale che ha visto in tutta la grande distribuzione organizzata affermarsi, nel secondo semestre dell’anno, una riduzione della propensione all’acquisto, Nova Coop presenta ancora una volta un consuntivo positivo e chiude l’esercizio 2018 con un fatturato di un miliardo e cinquantuno milioni di euro e un utile netto di 9,3 milioni di euro. Il risultato è dovuto ad un aumento della capacità di produzione della ricchezza della gestione commerciale, che ha consentito alla Cooperativa di produrre un Ebitda superiore ai 60 milioni di euro, nonostante la scelta di procedere a una svalutazione a bilancio dei titoli della gestione finanziaria per oltre 27 milioni di euro.

La grande fiducia dei soci

La Cooperativa ha inoltre chiuso l’anno registrando 1828 nuove adesioni di Soci prestatori, superando complessivamente gli 85.000 e arrivando a un’incidenza percentuale sull’intera base sociale del 14,34%. Una testimonianza di fiducia nell’azione di Nova Coop che, accanto alla costante attenzione al perseguimento dell’efficienza gestionale e al miglioramento dell’equilibrio finanziario, conferma il proprio impegno per il rafforzamento patrimoniale: il patrimonio netto raggiunge i 779 milioni e supera la raccolta di prestito sociale che, nel 2018, è stata di 671 milioni di euro. Lo scorso anno circa 10.000 persone, tra Soci e invitati, hanno preso parte alle assemblee separate, che rappresentano il momento principale della partecipazione alla gestione di Nova Coop e un’occasione per conoscerne e discuterne i risultati economici, finanziari e patrimoniali, i programmi di sviluppo e innovazione, le politiche sociali sul territorio.

Leggi anche:  Con il caldo estivo tornano le zanzare. Ecco come difendersi

L’incontro  a Chivasso

Nel 2018 il Presidio Soci di Chivasso ha dedicato buona parte del suo impegno ai temi della salute e della legalità. I Soci hanno infatti organizzato diverse iniziative di prevenzione e informazione su patologie come l’Alzheimer, visite per il calcolo della glicemia. Non è poi mancata un’attenzione alla solidarietà con una raccolta fondi in favore della Onlus “Insieme per Matilde”. Alla legalità è stato invece dedicato l’evento “La festa del giusto” nell’ambito della quale il punto vendita di Chivasso ha ospitato le due mostre fotografiche “L’insostenibile prezzo di un pomodoro” e “Il frutto proibito – i braccianti di Saluzzo”, entrambe dedicate al tema del caporalato e del lavoro nero. L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’associazione Nemo-In.Forma Citt@ di Chivasso e con il patrocinio del Comune di Chivasso. Ai Soci che si registreranno alle assemblee separate verranno consegnati due buoni sconto del 10% sulla spesa e un coupon omaggio per il ritiro di un prodotto Coop.

Il presidente

“Il risultato di bilancio che portiamo all’approvazione dei Soci nelle assemblee di quest’anno rappresenta la testimonianza viva del percorso di lavoro condotto da questo consiglio di amministrazione, giunto al termine del suo mandato, nel produrre innovazione e sviluppo per la Cooperativa – spiega il Presidente di Nova Coop Ernesto Dalle Rive – perché conseguiamo il miglior risultato della gestione commerciale degli ultimi anni e perché il raggiungimento di questo obiettivo conferma il ruolo positivo che vogliamo continuare ad interpretare nel mercato e nella società, grazie soprattutto al prodotto Coop: testimone della nostra capacità di tutelare al meglio i soci e i clienti nei loro diritti elementari di salute, sicurezza, qualità ed eticità in rapporto alle scelte di consumo”.