Oggi, sabato 12 gennaio  i “Sì Tav”  saranno in piazza Castello a Torino.

“Sì Tav”

Oggi alle 11,30 in piazza castello è previsto un flash mob per dire “Sì Tav”. Oltre ai comuni cittadini sono oltre un centinaio gli amministratori dei Comuni piemontesi che prenderanno parte alla manifestazione, ma non mancheranno esponenti dei diversi partiti politici, sindacati e imprenditori.

Documento condiviso dai sindaci

Ecco il documento condiviso da molti sindaci:

“Ancora non è giunta nessuna notizia sui risultati dell’analisi costi benefici della TAV. L’aumento dei pedaggi autostradali dal 1° gennaio solo per le autostrade del nord-ovest, Torino-Bardonecchia, Aosta-Monte Bianco e Torino-Savona, lascia intanto presagire una mossa del governo per influenzare il lavoro della commissione incaricata, che avrebbe già dovuto consegnare le sue valutazioni. Inoltre, come hanno fatto notare i sindaci della Val di Susa, il rischio è che i mezzi pesanti si riversino nelle statali, penalizzando la popolazione locale e mettendo a rischio l’ambiente.
Questo ennesimo rinvio del Governo mette una seria ipoteca su 800 milioni di fondi europei per la Torino Lione, come ha fatto notare il portavoce dell’Ue a fine 2018.
Se la TAV si ferma, perderanno il lavoro 800 persone, attualmente impiegate nella Torino Lione; non ci saranno le 6000 assunzioni previste, il 50% per la manodopera locale, e scatterà una ipoteca di 4 miliardi di euro sul futuro dei nostri figli, senza considerare le penali.
Per questo invitiamo chi ha a cuore le infrastrutture del Paese e ritiene indispensabile una risposta tempestiva del governo, alla
MOBILITAZIONE”.

Leggi anche:  Eclissi lunare tra il 16 e il 17 luglio

…Intanto Di Battista

Mentre la Lega è pronta a scendere in piazza. Di Battista del M5S afferma:  “La Tav non si deve fare. Non è una priorità. La Tav non si deve fare e non si farà”.

Leggi anche:

La Circoscrizione è Sì Tav: la mozione passa a larga maggioranza

TAV: Di Maio ribadisce il No. I sindacati: “Danno grave, indebolisce il sistema produttivo