Operazione “freddo sicuro”. Nelle ultime settimane il caldo afoso ha colpito la maggior parte delle regioni dell’Italia e con esso l’umidità ha raggiunto livelli altissimi.

Operazione “freddo sicuro”

Le alte temperature del periodo estivo,  incidono in modo importante sulla salubrità dei prodotti poi destinate alle nostre tavole. Perciò nella mattinata di martedì, 9 luglio e nella notte successiva si sono svolti dei controlli sulla Tangenziale di Torino da parte di un gruppo multidisciplinare formato da componenti della Polizia Stradale, del Reparto della Tutela Agro-Alimentare dei Carabinieri e da tecnici e veterinari l’ASL Città di Torino.

L’intervento

Gli agenti lavorando insieme, hanno verificato il corretto trasporto delle merci alimentari tra queste anche e soprattutto quelle vincolate al rispetto della “Catena del Freddo”. Effettuando delle ispezioni, molti veicoli sono risultati in ordine con le temperature di trasporto e con la normativa di settore relativa all’igiene. In un caso però il carico di alimenti è stato posto sotto sequestro.

Il sequestro

Nel caso del carico sequestrati, gli alimenti dovevano essere trasportarti ad una temperatura di almeno -15°c, mentre i termometri dei tecnici dell’Asl rilevavano in diversi punti del carico -4,8°c. Il conducente dell’autocarro, di nazionalità italiana, è stato indagato in stato di libertà e la merce immediatamente sequestrata per la successiva distruzione, evitando così che la stessa potesse arrivare nelle mani dei futuri acquirenti. La polizia si è accertata che l’operazione “Freddo Sicuro”, divenuta oramai un’attività costante nel periodo estivo, proseguirà nei mesi a seguire in modo da garantire alla collettività la sicurezza dei cibi e degli alimenti che giungono sulle tavole.

Leggi anche:  Allerta temporali a Chivasso, previsti grandine e fulmini

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!