Ospedale di Chivasso senza medici, il caso al TG5.

Ospedale di Chivasso senza medici

La crisi senza fine dell’ospedale di Chivasso, di cui ci occupiamo da anni, è arrivata alla ribalta nazionale con un servizio del TG5 andato in onda questa sera, domenica 20 gennaio. Il tema, la mancanza di medici, soprattutto al Pronto Soccorso, dove la forza è praticamente dimezzata rispetto alle esigenze. A quanto pare, l’apertura del “terzo lotto” ha solo allargato gli spazi a disposizione dei pazienti, senza risolvere i problemi da sempre denunciati da dipendenti e sindacati. Senza dimenticare i recenti allagamenti estivi, con un reparto appena inaugurato finito due volte sott’acqua.

L’apporto delle Coop

Non avendo medici interni in grado di far funzionare il reparto come dovrebbe, l’AslTo4 guidata da Lorenzo Ardissone si è affidata alle coop, con medici pagati poche decine di euro l’ora.

Con “quota 100” sarà sempre peggio

Una situazione, secondo i sindacati, destinata a peggiorare per gli effetti della pensione a “quota 100”, che nei prossimi mesi manderà in pensione quasi 1500 medici sul territorio piemontese.

Leggi anche:  Recesso contratti al Bennet di Chivasso, la risposta dell’azienda

Le promesse della politica

I cittadini del chivassese sono mai stanchi delle promesse della politica. Manca la fiducia, soprattutto quando gli annunci (come quello, recentissimo, della riapertura del servizio di Emodinamica) arrivano a ridosso delle elezioni regionali. Era già avvenuto nel 2011, e accade oggi.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!