Sono iniziati ufficialmente oggi i lavori di costruzione del palazzetto dello sport di Settimo Torinese. Dureranno 13 mesi: il progetto è realtà dopo la vittoria dell’oro olimpico da parte del judoka Fabio Basile alle Olimpiadi di Rio 2016.

Palazzetto dello sport, iniziati i lavori

Quella di oggi, martedì 1 ottobre 2019, è una data che per Settimo Torinese entrerà – in qualche modo – nella storia. Sono infatti iniziati ufficialmente i lavori per la realizzazione del nuovo palazzetto dello sport che sorgerà sull’asse viario di via Santa Cristina, a pochi metri dall’ospedale civico e da via San Mauro. Una conquista importante che, finalmente, tra 13 mesi potrà divenire realtà. E l’Amministrazione guidata dalla sindaca Elena Piastra festeggia.

Una vera “cittadella” dello sport

Si tratterà di una nuova area polivalente, ecosostenibile e moderna. Pronta ad accogliere eventi di caratura nazionale e internazionale, e a ospitare le numerose associazioni sportive del territorio e non solo. La struttura, infatti, si propone di diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutta la Città Metropolitana torinese. Quello di Settimo, infatti, potrebbe diventare un vero e proprio fiore all’occhiello per tutto il territorio provinciale.

Il progetto e i costi

Il costo dell’intera “operazione” è di 6,2 milioni di euro. 5,6 dei quali, inoltre, sono stati finanziati da parte del Governo che ha deciso di sostenere il progetto settimese.

Il nuovo palazzetto dello sport accoglierà al suo interno spazi polivalenti dedicati a sport, eventi e uffici. Ci saranno inoltre due palestre, rispettivamente da 2.100 e 510 metri quadrati. Saranno circa 1200 i posti a sedere destinati al pubblico, a questo punto, delle grandi occasioni, a seconda di quelle che saranno le configurazioni di utilizzo. L’impianto sorgerà sull’asse di via Santa Cristina, in prossimità dei tre parchi cittadini: Berlinguer, Pertini e De Gasperi. Rendendo, grazie alle future opere di urbanizzazione, di facile raggiungimento la struttura sportiva.

La genesi del progetto

Se oggi Settimo può festeggiare l’inizio di un progetto così ambizioso è merito sì della precedente Amministrazione, e di quella attuale, che vi hanno creduto, ma anche e soprattutto del judoka Fabio Basile, punta di diamante dell’Akiyama Settimo, una delle più importanti società di arti marziali a livello internazionale. E’ stato proprio lui, con la sua vittoria dell’oro olimpico alle Olimpiadi di Rio 2016, a dare il via al sogno settimese. Un sogno fatto di un lungo dialogo sia con l’allora Governo nazionale, sia con i massimi vertici del Comitato olimpico nazionale. Due realtà che, di fatto, hanno sempre creduto nella fattibilità di questa importante iniziativa che tra 13 mesi diverrà finalmente realtà.

Leggi anche:  Le auto dei runners nel mirino dei ladri

Una struttura “econosostenibile”

L’impianto del palazzetto, inoltre, sarà altamente sostenibile. Questo sarà possibile grazie a un vasto campo fotovoltaico di circa 80mila watt. La società che – nel mese dello scorso maggio – si è aggiudicata la gara per la realizzazione dei lavori di costruzione del palazzetto è la CS Costruzioni. Si tratta di un’importante azienda che, proprio sul territorio piemontese, ha già dato prova della sua capacità di realizzare importanti impianti sportivi all’avanguardia. La direzione lavori, invece, è affidata alla partecipata Patrimonio Srl, mentre la progettazione dell’impianto era stata affidata all’altra partecipata settimese Sat Servizi.

Soddisfatti gli amministratori comunali

Alla cerimonia per la posa della prima pietra, oggi, era rappresentata la maggior parte del Consiglio comunale. Oltre ai rappresentanti della Giunta guidata dalla sindaca Elena Piastra, non mancavano i rappresentanti dell’attuale opposizione. Così come non mancavano l’ex assessore Antonello Ghisaura, fautore del progetto, e il suo successore (la scorsa amministrazione) per la delega allo sport Luca Rivoira, oggi assessore al bilancio.

L’avvio dei lavori – ha commentato la sindaca Elena Piastra – è una giornata importante per il nostro territorio perché prende finalmente corpo quella che sarà la nuova casa per le associazioni sportive e per gli atleti. Ma sarà anche il luogo dove finalmente potremo ospitare i grandi eventi, non solo sportivi, di livello nazionale e internazionale. Uno spazio che vogliamo aperto e partecipato, una nuova centralità metropolitana in un’area della città di forte sviluppo. Voglio ringraziare anche la passata Amministrazione per questo importante progetto e in modo particolare l’ex assessore allo sport Antonello Ghisaura.

Evidentemente soddisfatto anche l’attuale assessore allo sport Daniele Volpatto, presente alla cerimonia.

La posa del primo mattone è l’atto simbolico che concluse un lungo percorso, che ha visto al lavoro la vecchia giunta e quella attuale, in cui si sono portate a termine con pieno rispetto dei tempi, tutte le procedure progettuali e amministrative per poter far partire ufficialmente i lavori. Per la città ma anche per tutto il territorio metropolitano il palazzetto dello sport rappresenterà un’occasione di sviluppo e promozione importante per diverse discipline

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!