Pre e post scuola adesso sono realtà anche a Rondissone. L’Amministrazione comunale riuscirà a garantire il servizio.

Pre e post scuola adesso sono realtà

Tra esattamente 13 giorni gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e media di Rondissone torneranno sui banchi di scuola. La campanella per tutti suonerà martedì 10 settembre alle 8.30. E, proprio al rientro, per gli alunni dell’infanzia e primaria c’è una novità molto importante prevista già dalla passata Amministrazione ma che l’Amministrazione di Antonio Magnone ha concretizzato trovando anche il personale a disposizione.

L’intervista al Consigliere delegato

«Abbiamo previsto il servizio di pre e post scuola per i bambini dell’infanzia e della primaria» ha spiegato Magnone che ha lasciato poi la parola al consigliere delegato all’istruzione Veronica Pagliarulo: «Si tratta di un servizio che l’ex Amministrazione aveva previsto individuando delle tariffe molto ridotte. Infatti chi vuole usufruire solo del pre dovrà versare 15 euro al mese mentre chi invece sceglie il post 20 euro. Chi li utilizza entrambi, invece, spenderà 30 euro al mese. Svolgerà il servizio l’associazione Gag di Torrazza Piemonte che ha accettato le tariffe, seppur basse. Queste quote comprendono anche l’assicurazione. Si tratta di un servizio che abbiamo attivato per facilitare le famiglie ma anche per evitare di perdere iscritti a scuola. Infatti, nel nostro Comune ci sono annate dove i bimbi sono pochi e non volevamo che l’assenza di un servizio così importante facesse scegliere ai genitori un’altra scuola, così da ridurre ulteriormente il numero di iscritti e perde perciò il plesso scolastico».
Il servizio pre prevede la frequenza dalle 7.30 alle 8.30 mentre il post dalle 16.30 alle 18. Si svolgerà nei locali della scuola media e i bambini dell’infanzia saranno accompagnati dal personale nella propria scuola.

Leggi anche:  Ritirati dal mercato fagioli con l'occhio prodotti a Firenze

E il servizio scuolabus?

«Come l’anno scorso sarà garantito dal nostro pulmino comunale – spiega il sindaco -In questi giorni sarà distribuita un’informativa alle famiglie dove gli si spiega che il bus rimane sprovvisto di cinture di sicurezza, ma che per il trasporto all’interno dei confini comunali rispetta la legge. A bordo del bus sarà presente, oltre all’autista che è un dipendente comunale, anche un operatore che controllerà i bambini grazie al servizio civico».
Tutti i servizi avranno inizio il 16 settembre, quando cioè l’orario di lezioni sarà quello definitivo.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!