Il sindacato British Airline Pilots Association (Balpa) ha programmato un doppio sciopero che interesserà i voli Ryanair in tutta la Gran Bretagna: 48 ore di stop fra il 22 e il 23 agosto e altre 60 ore fra il 2 e il 4 settembre. Ma non solo, anche il sindacato dei piloti FORSA in Irlanda ha proclamato lo sciopero del personale Ryanair di 48 ore per giovedì 22 e venerdì 23 agosto 2019. In tutto, in agitazione un quarto del parco ufficiali della compagnia, non poco.

Tradotto: disagi nei collegamenti verso le due grandi isole del Nord Ovest europeo, non tanto per chi effettua il viaggio di andata, ma soprattutto per chi deve rientrare in Italia. E come noto, la tratta fra Bergamo-Orio al Serio e Londra è sicuramente una fra le più gettonate .

Sciopero Ryanair 22 e 23 agosto 2019

Insomma, in vista disagi al culmine della stagione estiva per chi viaggia con Ryanair. L’azione è stata decisa, dopo “decenni di rifiuti dell’azienda di firmare accordi sindacali”, sulla base di varie contestazioni sul calcolo delle pensioni, sulla garanzie assicurative, sui benefici legati alla maternità o alla paternità, su rimborsi e struttura dei salari.

Leggi anche:  Farmaco anti ulcera ritirato dalle farmacie

Lo sciopero di 48 ore dei piloti Ryanair giovedì 22 e venerdì 23 agosto è dunque di respiro europeo.

Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” una vera e propria dichiarazione di guerra Pertanto consigliamo ai passeggeri di controllare sui siti ufficiali degli aeroporti lo stato del volo per restare indenni.

Londra doppiamente a rischio

Nel Regno Unito si aggiunge anche uno sciopero dei piloti della British Airways, aderenti a un’organizzazione sindacale autonoma, che in una vertenza separata hanno rifiutato il mese scorso l’offerta di un aumento di stipendio dell’11,5% spalmata su 3 anni messa sul piatto dalla compagnia di bandiera dopo il ritorno agli utili e il recente boom di profitti.