La frazione di Tonengo è senza parco giochi per i bambini.

Senza parco giochi

«Praticamente la frazione di Tonengo è senza parco giochi». E’ questa la singolare considerazione del consigliere di opposizione Stefano Anzola che vuol significare che in questa frazione di Mazzè esistono in verità i parco giochi ma versano in condizioni talmente degradate da impedirne la fruizione da parte dei bambini. Non occorrono infatti parole per descrivere il degrado di alcuni sedili delle altalene che presentano parti taglienti e quindi pericolose. Le altalene sono quindi situate sia nel parco giochi di piazza Sandro Pertini che in quello di via I Maggio a Tonengo.

Le condizioni dei parchi

L’usura del tempo ha lasciato i suoi segni inesorabili, senza contare il deterioramento di alcuni perni che reggono la pedana in legno di un gioco a scala.
Ma è anche l’inciviltà a farla da padrona, e, cioè, la mancanza di pulizia. Circostanza che dimostra quanto raro sia il rispetto tributato dalla gente incivile agli spazi di intrattenimento e di divertimento dedicati ai bambini.
«Praticamente, più o meno tutte le giostre sono danneggiate. Ma continuano ad essere usufruite mettendo a rischio la sicurezza dei bambini che vanno a giocare in questi spazi soprattutto nella bella stagione – puntualizza il consigliere Stefano Anzola – Spetta agli amministratori comunali mantenere in ordine questi beni pubblici e sostituirli regolarmente. Senza dimenticarli in uno stato di perenne abbandono. E’ necessaria la buona volontà per garantire l’utilizzo di queste zone attrezzate. Non sono indispensabili progetti particolari, sono interventi di manutenzione ordinaria che non comportano spese onerose. Tuttavia, la riqualificazione di questa zona è iniziata già da tempo ma il parco non è ancora stato aperto. Praticamente, Tonengo non ha un parco giochi».

Leggi anche:  Gli appuntamenti della festa della musica

Invece a Mazzè

Una situazione che non trova per buona sorte pari riscontro nel capoluogo.
«A Mazzè il parco giochi versa in ottime condizioni- conclude Anzola –
Quindi i bambini della frazione di Tonengo devono recarsi sino al capoluogo per divertirsi?». Insomma, una situazione di certo non semplice per i bambini che cercano uno spazio per giocare