Senza soldi e lavoro, i carabinieri gli pagano cibo e aereo. La storia  a lieto fine che ha coinvolto la caserma di Alagna e un giovane di 24 anni.

I carabinieri aiutano un giovane

I Carabinieri sono, da sempre, punto di riferimento certo nei momenti di necessità. Non solo “gendarmi” pronti a reprimere il crimine ma, uomini di cuore solleciti nell’assistere chiunque ne abbia bisogno: deve essere proprio questo pensiero ad avere spinto un malcapitato 24enne, che domenica pomeriggio si è rivolto alla pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Alagna, chiedendo aiuto.

La richiesta di soccorsi

Il giovane, stanco ed affranto, con soli 10 euro in tasca e senza sapere dove mangiare e dove dormire, sentendosi completamente perso ed in balia degli eventi, ha fermato la pattuglia dei militari, che transitava nel paese, chiedendo aiuto e raccontando le sue vicissitudini: originario del sud Italia, primo di tre fratelli, poco più che diciottenne aveva lasciato i propri affetti per lavorare in un ristorante di Londra, come cuoco, e contribuire al mantenimento della famiglia. Scaduto il contratto, il giovane aveva cercato una nuova soluzione di impiego, accarezzando anche il desiderio di rientrare in Italia. Setacciando il mondo dei social, aveva appreso dell’esistenza di alcune, seppur vaghe, possibilità lavorative, connesse al settore della ristorazione, nel comune di Alagna Valsesia, una località che conosceva, per avere lì trascorso alcuni giorni di villeggiatura da ragazzo, con amici. Così, armato di un bagaglio minimo, con pochi soldi e tanti sogni e ricordi, il malcapitato era partito alla volta dell’Italia, e atterrato a Malpensa, animato dalle migliori intenzioni, aveva raggiunto la destinazione prefissata, impegnandosi, senza perdere tempo, nella ricerca di un lavoro.

Un grande aiuto

Come il 24enne ha purtroppo ben compreso, non sempre i social rappresentano situazioni pienamente aderenti alla realtà; così trascorsi invano due giorni di ricerca ed una notte all’addiaccio, quando tutto sembrava perduto, quella pattuglia dei Carabinieri era parsa veramente come una scialuppa di salvataggio in mezzo ad un mare in burrasca. Il Maresciallo ed i militari di Alagna hanno accompagnato al caldo della caserma quella persona, hanno ascoltato e verificato quel racconto, così ingenuamente assurdo da risultare vero. Nel frattempo si è fatta sera, nelle more di una soluzione i Carabinieri, a loro spese, hanno pagato al giovane la cena ed il pernotto in un albergo, grazie anche alla disponibilità del gestore che, pure in piena stagione sciistica, ha reso disponibile una stanza ad un prezzo agevolato. Quasi l’Arma fosse stata ambasciatrice di buone nuove, nella tarda serata è giunta anche una telefonata del vecchio datore di lavoro londinese, che ha prospettato la possibilità di un nuovo contratto per un impiego in un altro ristorante di Londra. Ancora una volta sono stati i Carabinieri a rendere concreta questa possibilità: tornare al Londra comporta dei costi di viaggio. Soldi che lo sfortunato proprio non possiede. Senza perdersi assolutamente d’animo i militari della Stazione di Alagna hanno verificato il percorso, calcolato le spese e donato i soldi per coprire il viaggio.

Leggi anche:  Sindacati dei vigili del fuoco diserteranno l'incontro con l'Onorevole Candiani

La morale

Questa vicenda ha certamente insegnato al 24enne, forse un po’ sprovveduto, l’arte della prudenza, ma soprattutto gli ha regalato la consapevolezza che la sua terra d’origine, l’Italia, è un paese dall’animo generoso, nel quale esistono uomini, i Carabinieri, sempre pronti ad aiutare e soccorrere le persone in difficoltà. E ai Carabinieri? … beh ai Carabinieri ha regalato l’intima soddisfazione di avere aiutato una persona in difficoltà, ma soprattutto quella comunicazione arrivata da Londra con la quale il giovane, come si farebbe con un caro vecchio amico, informa di essere giunto a destinazione e ringrazia di cuore i suoi angeli in uniforme.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!