Fake news in medicina e omeopatia, i temi da trattare nella tavola rotonda alla scoperta anche dell’epidemia del corona virus.

Tavola rotonda

Si intitola “Omeopatia e fake news in medicina” l’incontro che è stato organizzato dal Centro Medico Diagnostico di Torino (CeMeDi) che fa parte del gruppo sanitario Lifenet Healthcare. L’appuntamento è per il prossimo martedì 11 febbraio, a partire dalle 17, presso il centro CeMeDi di corso Massimo D’Azeglio 25, a Torino.

Omeopatia, tutto quello che c’è da sapere

Uno degli argomenti che saranno trattati nel corso dell’incontro è proprio quello relativo alla medicina omeopatica che, nel corso degli anni, ha registrato un vero e proprio record di adesioni

Da tempo, ormai, si dibatte sul tema dell’omeopatia, disciplina priva di comprovata efficacia terapeutica; eppure succede tuttora che in Italia taluni ospedali e ambulatori venga praticata lasciando i pazienti non solo disorientati, ma anche disinformati, con il rischio di poterli confondere e indurre a rinunciare (o rimandare) cure di reale efficacia.

Fake news in medicina e corona virus

Da non sottovalutare, soprattutto in questo ultimo periodo storico, anche il tema delle “fake news” che non riguardano soltanto il mondo della politica, dell’attualità. La medicina, in questo senso, non resta affatto estranea dalla diffusione di notizie errate. Il rischio di una disinformazione è sempre più alto, complice anche la grande frequenza con cui, sui social, vengono riportati post e link di qualunque genere.

Le fake news: “Prolificano in modo incontrollato in piattaforme come il Web, portando potenzialmente a gravi conseguenze come l’autodiagnosi o a scelte terapeutiche errate. Inoltre, a fronte degli ultimi fatti recenti, si parlerà anche di coronavirus, sintomi, incubazione, come si trasmette e come difendersi.

Roberto Burioni tra gli ospiti

All’incontro che sarà moderato dal giornalista Gianluigi Nuzzi parteciperanno importanti nomi del panorama dell’informazione e della medicina. Tra questi in qualità di relatori Daniele Banfi, giornalista scientifico, Fondazione Umberto Veronesi e La Stampa, Roberto Burioni, professore dell’Università San Raffaele e direttore scientifico di Medical Facts e Gianni Nardelotto, CEO CeMeDi.

Leggi anche:  Camionisti in Trattoria approda a Crescentino

Sull’argomento interviene proprio Roberto Burioni, professore dell’Università San Raffaele e direttore scientifico di Medical Facts:

“La scienza dimostra senza ombra di dubbio che l’omeopatia non ha alcuna plausibilità biologica nè efficacia terapeutica e che i preparati non contengono alcun principio attivo. Un apparente beneficio può derivare solo e solamente dall’effetto placebo, che tuttavia passa inevitabilmente attraverso una bugia che il medico deve raccontare al paziente e che non è tollerabile in una medicina sana e moderna. E’ importante che medici e istituzioni siano chiari nel veicolare questo cruciale messaggio di serietà ai malati e ai loro familiari”.

Dal CeMeDi

Un commento e, quindi, un invito a partecipare, arriva anche dal CeMeDi di Torino. Gianni Nardelotto, CEO di CeMeDi, riporta, infatti, che “E’ nostro dovere, come professionisti della salute, informare adeguatamente i nostri pazienti in maniera semplice, esauriente e veritiera sulle cure terapeutiche realmente efficaci. Per questo motivo ci sembra doveroso dibattere su temi di grande attualità come le fake news e l’omeopatia”.

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!