Trasporti oltre 100 sindaci favorevoli a Porta Canavese. E’ questo il dato che emerge da parte degli amministratori comunali nei confronti della stazione di interscambio con l’Alta velocità Porta Canavese Monferrato.

I trasporti

Trasporti oltre 100 sindaci favorevoli a Porta Canavese. È infatti davvero plebiscitario il consenso delle amministrazioni comunali verso la stazione di interscambio con l’Alta velocità Porta Canavese Monferrato.

Gli amministratori

Sono addirittura più di cento i Comuni del Canavese, del Chivassese, del Monferrato e dell’Astigiano che appoggiano il progetto della stazione. Tutti i 24 Comuni dell’area omogenea del Chivassese a cui si aggiungono i 58 Comuni della zona omogenea dell’Eporediese. Infatti già il 5 febbraio si è espressa all’unanimità a favore del progetto. Il Viceportavoce dell’Eporediese, Sergio Luigi Ricca, Sindaco di Bollengo, ci ha dichiarato che il documento è nelle mani del Sindaco di Ivrea, Portavoce dell’Eporediese, che si è incaricato di inoltrarlo.

Nel Monferrato

Ci sono poi i Comuni del Monferrato Casalese come ci riferisce il Sindaco di Casale, Titti Palazzeschi, ed i Comuni del Monferrato Astigiano, di cui ci ha invece parlato il Sindaco di Cocconato, Monica Marello.
Non è un caso che queste zone si trovino sugli assi delle ferrovie Chivasso-Ivrea-Aosta, Chivasso-Casale e Chivasso-Asti.

Leggi anche:  La Madonna è apparsa a Verolengo e il sole ha squarciato le nubi LE FOTO

Lo scopo

Infatti lo scopo della stazione Porta Canavese-Monferrato non è solo quello di offrire un accesso all’Alta velocità per questi territori ma anche quello di innestare queste ferrovie nella rete nazionale e di renderle strategiche non solo per il traffico locale e quindi da riqualificare con i necessari investimenti.
Così la stazione è un volano sia per l’economia ed il turismo di tutte queste zone sia per il potenziamento delle ferrovie che convergono sul nodo di Chivasso.
Questo spiega il gran numero dei Comuni che sostengono il progetto.