Venerdì 19 aprile, nel salone «Vita Tre» a Torrazza Piemonte, l’atteso progetto della locale RSA è stato presentato alla cittadinanza dal sindaco Massimo Rozzino e dai massimi dirigenti del gruppo «Sereni Orizzonti».

Una nuova casa di riposo

Venerdì 19 aprile, nel salone «Vita Tre» a Torrazza Piemonte, l’atteso progetto della locale RSA è stato presentato alla cittadinanza dal sindaco Massimo Rozzino e dai massimi dirigenti del gruppo «Sereni Orizzonti». La nuova struttura verrà costruita lungo la viabilità di via Luigi Einaudi e in un lotto assolutamente pianeggiante perimetrato dalla viabilità, dalla roggia Gora dei Molini, dal fossato comune e dalla sede ferroviaria. I lavori inizieranno a maggio, utilizzeranno manovalanza locale e dureranno all’incirca 450 giorni. La residenza, che diventerà operativa cinque mesi dopo, apparirà a quel punto circondata da un vasto spazio verde attrezzato e interamente percorribile a piedi o con carrozzine e deambulatori. Per i visitatori dei futuri ospiti è stato previsto un parcheggio con oltre 60 posti macchina.
Il progetto prevede un edificio di quattro piani e a forma di “H”, orientato sull’asse ovest/est per il miglior soleggiamento possibile e distribuito in 6 nuclei distinti (dotati di controllo accessi per controllare i movimenti degli ospiti affetti da demenza).

Anche un ambulatorio medico

La convenzione edilizia prevede infine che «Sereni Orizzonti» realizzi anche un ambulatorio medico, destinato alla comunità locale e a gestione comunale. Realizzato con le medesime caratteristiche qualitative e di finitura della RSA, questo edificio a sé stante (50 mq di superfice) avrà un accesso pedonale e carraio indipendente.

Leggi anche:  Settimo is burning, dopo 12 anni il nuovo video sui "tamarri"

Il primo cittadino

«Da tempo i cittadini di Torrazza Piemonte attendevano la realizzazione di una residenza per anziani, per poter continuare a vivere nel proprio paese, vicino ad amici e parenti, avendo l’opportunità di guardare al futuro con serenità – dichiara il sindaco Massimo Rozzino – La comodità di usufruire di servizi sanitari essenziali vuol dire elevare la qualità della vita del nostro territorio. Pertanto questa Amministrazione assicura la propria collaborazione e supervisione nello sviluppo di questa importante opera».

AMPIO SERVIZIO SU LA NUOVA PERIFERIA IN EDICOLA DA MERCOLEDI’ 24 APRILE

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!