Via delle Terre d’Acqua, continua l’avvincente viaggio di Marco Leone e questa volta vive una tappa in compagnia. La settimana tappa l’ha visto viaggiare in compagnia e giungere a Castelnuovo Bocca d’Adda.

CLICCA QUI E SEGUI TUTTO IL CAMMINO GRAZIE AL NOSTRO SPECIALE

Tappa in compagnia

E’ una tappa diversa dalle altre quella di ieri, sabato 19 maggio per Marco Leone. E’ giunto nel pomeriggio a Castelnuovo Bocca d’Adda ma il viaggio non è stato come sempre da solitario ma in compagnia.

La partenza IL VIDEO

La seconda tappa

Tra pioppi e cuculi FOTO E VIDEO

Tappa piena di sorprese IL VIDEO

Direzione Pavia

Arrivo a Pavia

Arrivo a Miradolo

L’arrivo a Piacenza

Il racconto

“Dopo una notte fantastica, un bel sonno ristoratore alle 7:30 arrivano i rinforzi Leo Nazza e Toby . Ho camminato in compagnia! Faccio gli onori di casa e li porto in Piazza Cavalli in centro e sorpresa… sta per passare la 1000 miglia. Bello, quasi quasi li sfido io e Forrest contro tutti.

L’uscita da Piacenza è abbastanza agevole e dopo qualche chilometro ci ritroviamo sul argine del Po . Il nome della tappa potrebbe essere “Lunga e diritta correva la strada ” come dice il mio buon amico Guccini. Direi che dal punto di vista geografico il percorso è stato monotono. All’orizzonte però un sacco di tempo per chiacchierare e per riflettere. Non è stata una tappa lunga, abbiamo fatto 30 km e fra un battuta e l’altra il tempo è volato. Verso le 15 siamo arrivati in questo piccolo paesino di 1000 abitanti accolti benissimo in oratorio. Un bel prato a disposizione , docce e pasto in compagnia assicurata. Ma la macchina ? La macchina di Nazza è rimasta a Piacenza che si fa? No problem. vai di auto stop. Figurati, chi ci carica ? 5 minuti e si ferma una Jaguar nuova di zecca e carica Nazza e Toby e li porta a Piacenza (notare che il proprietario non doveva andare in quella direzione ma senza esitazione a cambiato la sua destinazione)”.

Leggi anche:  Anche un viadotto della A26 progettato da Morandi

Altri incontri

“Abbiamo incontrato due signori Svizzeri, piuttosto stagionati, che viaggiavano in tandem – Partiti dalle Alpi con destinazione Croazia e Slovenia. Bello bello vedere persone così giovani con 70 anni”.

Riflessione della giornata …

“Viaggiare solo o viaggiare in compagnia ? Beh ci si potrebbe scrivere un libro. Soli si è più liberi e le emozioni sono amplificate son tutte per sé, non si dividono. Anche la paura.
In compagnia è tutto più dolce ci si sente protetti. Meglio o peggio non so, mondi diversi. L’importante è far esperienza viaggiare e sentirsi leggeri e un po’ spensierati.
La scorsa notte ho fatto un sogno. Ho sognato che facevo un lungo viaggio a piedi ho aperto gli occhi ed ero sulla strada”.