Quale sistema di antifurto scegliere per la casa? E’ il momento di occuparsi del discorso sicurezza. Di conseguenza meglio concentrarsi sull’antifurto di cui purtroppo è bene dotare la propria abitazione: da una parte il dispositivo scelto permetterà di proteggere la proprietà, dall’altra proteggerà voi stessi dall’intrusione. Va da sé che per ricoprire questo importante ruolo, serve scegliere la soluzione migliore possibile: si tratta di una decisione che non va assolutamente sottovalutata. Naturalmente il primo consiglio è quello di rivolgersi ad un professionista, che saprà consigliare l’opzione giusta per la vostra abitazione. E in seguito saprà renderla realtà occupandosi della predisposizione e dell’installazione.

Quale sistema di antifurto scegliere per la casa?

Iniziamo da qui, dalla soluzione più utilizzata al giorno d’oggi. L’antifurto wireless funziona ovviamente senza fili e ne deriva una maggiore facilità di installazione, oltre che un’adattabilità migliore alle varie conformazioni delle abitazioni. Di contro è necessario disporre di un’ottima connessione a internet. Per ovviare al problema esistono sul mercato anche impianti wireless a doppia frequenza e provvisti di sistemi anti-jamming (in sostanza contro eventuali interferenze), capaci di favorire una migliore stabilità del segnale (dato che fra loro i vari apparecchi casalinghi si parlano tramite frequenze radio) e persino di garantire il funzionamento in caso di black-out. Tuttavia non sono da disdegnare i tradizionali antifurti via filo: la resa sarà costante nel tempo. Va ricordato che gli impianti del genere non sono influenzati dalle condizioni atmosferiche, da interferenze o da altri fattori.

Leggi anche:  Gli anni Cinquanta tornano a vivere nell’arredamento

Via wireless o via filo

Le criticità legate al suo utilizzo riguardano l’installazione perciò solitamente sono usati per nuove costruzioni (l’impianto è predisposto in origine). O per abitazioni soggetti a pesanti ristrutturazioni. Difficile che chi acquista una casa senza antifurto scelga poi di dotarsi di un impianti via filo, dato che la soluzione wireless propone costi e tempi minori. In entrambe le soluzioni è bene usare il supporto GSM, ossia che consente l’invio di una chiamata o di un sms ai numeri pre-impostati dall’utente sulla centralina. Esistono anche sistemi ibridi, con una centralina filare all’interno delle mura di casa, ma collegata con sensori wireless per l’esterno.