A piedi in autostrada: travolto e ucciso. E’ avvenuto sulla A4 tra Borgo d’Ale e Rondissone intorno alle 23 di mercoledì 5 giugno.

A piedi in autostrada: travolto e ucciso

Si trovava in autostrada a piedi, il perché non è stato ancora chiarito. Ieri notte, mercoledì 5 dicembre, intorno alle ore 23. E’ successo sulla A4 nel tratto tra i caselli di Borgo d’Ale e Rondissone. L’uomo, un marocchino con residenza ad Alba, è morto investito. E’ stato colpito da una prima auto e l’impatto lo ha letteralmente lanciato in mezzo alla corsia, dove è stato travolto da un secondo veicolo. Sono intervenuti il 118 e la Polizia stradale di Novara.

Spunta anche l’ipotesi suicidio

Aggiornamento: Filtrano altri dettagli sull’incidente mortale. Intanto sul posto, oltre alla Polizia stradale di Novara Est e al 118 sono intervenuti anche i Vigili del fuco di Vercelli, che hanno portato le fotoelettriche per perlustrare l’area dell’investimento che è avvenuto in direzione Torino al km 32 + 400, nel territorio comunale di Cigliano. Due le vetture coinvolte, una Land Rover il cui conducente, un uomo del Bresciano, è rimasto leggermente ferito, e una Alfa Romeo guidata da un 44enne di Vinovo, illeso, come pure la persona che era con lui in auto.

Leggi anche:  Omicidio preterintenzionale: accusa confermata per la banda dello spray

Questi i dati noti al momento in maniera ufficiale. Secondo altre versioni l’uomo deceduto (di 38 anni) non si trovava a piedi in autostrada, ma si sarebbe buttato da un viadotto in un gesto suicida. Ma la dinamica esatta dell’accaduto è ancora in corso di accertamento da parte della Polizia Stradale di Novara Est che ha effettuato i rilievi

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE