Aggressione sul treno per Chivasso, denunciato dalla Polfer. Il capotreno ha riportato una contusione alla schiena.

Aggressione sul treno

Il treno diretto a Chivasso si trovava fermo alla stazione di Pinerolo quando è avvenuta l’aggressione al capotreno. Una lite tra un passeggero sprovvisto del titolo di viaggio e l’uomo che è poi sfociata in violenza. E’ quanto accaduto nella tarda serata di domenica 4 novembre.

La lite

Il passeggero, a bordo del treno regionale diretto a Chivasso, sprovvisto del titolo di viaggio, voleva acquistare il biglietto dal controllore ma senza corrispondere la maggiorazione dovuta. La discussione è quindi degenerata e l’uomo ha cominciato a spintonare violentemente il capotreno, facendolo cadere a terra e procurandogli una contusione alla schiena. La sala operativa Compartimentale della Polfer, allertata tempestivamente, ha quindi coordinato l’intervento ma l’uomo è riuscito a dileguarsi, salendo a bordo di un’autovettura, sopraggiunta poco prima dell’arrivo dei Carabinieri.

Le indagini

Le indagini della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria si sono attivate immediatamente, al fine di inviduare l’autore dell’aggressione. Dopo una serie di accertamenti, avviati unitamente ai Carabinieri, gli Agenti della Polfer sono riusciti a risalire al proprietario dell’autovettura e alla successiva identificazione dell’aggressore: si trattava di un cittadino italiano di 36 anni con precedenti di polizia per lesioni e guida in stato d’ebrezza.

Leggi anche:  Palpeggia una carabiniera, un uomo condannato

La denuncia

L’uomo è stato rintracciato dopo qualche giorno da personale del Compartimento, a Torino ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di lesioni e interruzione di Pubblico Servizio.